Veg News da Berlino e Amsterdam

Si chiama Veggie 2.0 ed è una mensa in cui si servono solo pasti totalmente privi di ingredienti di origine animale. Dove si trova? Nessuno stupore se è in uno dei locali per mangiare dell’Università Politecnica di Berlino, una delle capitali più vegan friendly d’Europa. Con un menu ampio e vario, consultabile sul sito  - e anche tramite una pratica App per dispositivi mobili - è l’unica mensa del tutto ‘verde’ dell'universo studentesco berlinese, ma nelle altre sono comunque sempre presenti buone scelte vegan. Inoltre, ogni giorno, nel menu 100% vegetale, sono previsti anche piatti contraddistinti dall' ‘alberello del clima’, simbolo che sta a significare una minore impronta ecologica, ottenuta con ingredienti di filiera corta, non precotti, né surgelati o conservati, così da impattare meno con produzione e trasporto. Ma se Berlino chiama, Amsterdam risponde. In senso veg, ovvio. Il Daily Telegraph, informa che alle sedute del Consiglio Comunale della capitale olandese verranno serviti di default solo pasti vegetariani,  cioé senza carne e/o pesce. Un passo avanti da importare? Per cantar gloria davvero attendiamo l’eliminazione anche dei latticini, in ogni caso un bel segnale di come i tempi stiano cambiando.Anche per l’approccio scelto: l’iniziativa di Amsterdam è infatti mutuata da una precedente del Ministero dell’Istruzione, Cultura e Scienza, che ha ribaltato la prassi. In sostanza, chi vuole un pasto per ‘carnivoro’ deve chiederlo espressamente, perché la norma sono menu senza carne e pesce. Beh dai! Ribaltiamo le abitudini... paola segurini Nella foto: un piatto della mensa universitaria a Berlino.

Fiori di zucca: belli e buoni

Delicatissimi, ma gustosi, sono ricchi di vitamina A, B1, B2, B3, B9, C e tanti sali minerali, come ferro, calcio magnesio, potassio. Adatti sia a grandi che piccini e, grazie alla presenza massiccia di calcio, i fiori di zucca sono utili per chi soffre di osteoporosi.   Un loro particolare beneficio è dato dalla capacità di stimolare e favorire la formazione di enzimi riparatori che servono nei processi di autoguarigione del corpo e che creano un vero potere antitumorale verso le cellule. Inoltre, sostengono il sistema immunitario favorendo lo sviluppo dei globuli bianchi che combattono contro gli attacchi esterni e rispondono alle diverse infezioni.   I fiori di zucca sono anche indicati nei casi di problemi agli occhi come la cateratta e la retinopatia data dal diabete e hanno un’azione digestiva con riduzione del colesterolo cattivo. La buona presenza di vitamina A li rende utili per la vista, la crescita delle ossa e dei denti, per il sistema immunitario e per la pelle. In particolare la sinergia di vitamine A, B ed C aiuta quando il derma della pelle è indebolito e ha bisogno di protezione e rigenerazione come nei casi di dermatiti, di arrossamenti o altri problemi alla pelle.   I fiori di zucca sono anche ottimi antiossidanti che prevengono l’invecchiamento cellulare con un effetto antiage particolarmente efficace. E poi sono buonissimi... una ricetta è d'obbligo   Dott. Michela Kuan

2040: la carne non sarà più carne.. o quasi

Nel 2040 la maggior parte delle persone che abitualmente consuma carne non ne mangerà più, rivela un articolo del quotidiano britannico The Guardian, facendo riferimento ad una recente relazione diffusa da AT Kearney, prestigiosa società di consulenza presente a livello globale. Il rapporto in questione sostiene che il 60% della ‘carne’ non proverrà più da animali macellati, ma sarà costituito da alimenti 100% veg, dal gusto simile alla carne, o da altri ricavati dalla clonazione di poche cellule animali. La disamina evidenzia, tra gli altri, i pesanti impatti sull’ambiente, l’elevato utilizzo di risorse, il basso tasso di conversione e lo scarso ‘benessere’ degli animali in epoca di allevamento industrializzato e di aumento della popolazione mondiale. In sostanza, sostengono gli analisti, tra carne clonata e ‘carne’ 100% veg, si assisterà ad un deciso disturbo per la filiera della carne convenzionale, con il suo giro d’affari attuale da 1000 miliardi di dollari. Ci sarà uno spostamento generale verso nuovi stili di vita, caratterizzati da maggiori sostenibilità e salubrità, e orientati verso proteine alternative alla carne, come legumi e semi oleosi, che costringeranno gli attori a rivedere il loro ruolo sul mercato. Questo si vede già a partire da oggi: nel primo trimestre del 2019, Beyond Meat – che produce l’ormai famoso Beyond Burger - ha registrato ricavi di $40,2 milioni, un aumento del 214,7% rispetto ai $12,8 milioni dello stesso periodo 2018. Un grande successo in Borsa. E la gente corre a comprare azioni anche in Italia. Il segnale è ottimo.  paola segurini

Pesca, frutto dell'immortalità

Originario dalla Cina, lo chiamavano il frutto dell’immortalità per le sue vitamine soprattutto A, B1, B2, e oligoelementi (fosforo, potassio, magnesio, zolfo, ferro, manganese).   La pesca contiene un acido abbastanza simile all’acido citrico, che ha la proprietà di eliminare le tossine e che la rende preziosa nella dieta di chi soffre di difficoltà digestive e di disturbi di circolazione. Lassativa, diuretica, ottima anche per chi soffre di calcoli renali.  Provatela al mattino; frullate una pesca con succo di mela… meravigliosa! E  poi una ricetta per una colazione deliziosa...   Dott. Michela Kuan

Giornata dell'Ambiente 2019: speciale per almeno 3 motivi

  Questo è un anno speciale per la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Per almeno tre motivi.  Il primo è che Greta Thunberg e il movimento Fridays For Future stanno generando una svolta, o perlomeno una riflessione profonda, in milioni persone, nella società civile e anche in molte istituzioni. E gli altri? Continua a leggere 

LAV al Secondo Sciopero Globale per il Clima

Venerdì 24 maggio torneremo in piazza a Roma, aderendo alla mobilitazione globale #FridaysForFuture e al Secondo sciopero globale per il clima. ---------------------------- "Persino la maggior parte degli scienziati del clima e dei politici ambientalisti continua a prendere aerei, a mangiare carne e latticini" Greta Thunberg La nostra casa è in fiamme, Mondadori, 2019

Mc Donald's e il suo insostenibile marketing

Il Made in Italy può dirsi garanzia assoluta di sostenibilità? Non è forse ipocrita fregiarsi di patenti di “benessere” animale da parte di colossi della produzione di carne?   Eppure è quanto afferma McDonald’s nella sua campagna pubblicitaria “100% allevamenti italiani: sosteniamo la sostenibilità”. Finire macellati è sempre insostenibile per gli animali. Altrettanto insostenibili sono le conseguenze sull’ambiente e sulla salute individuale e collettiva delle produzioni di carne. [Continua]

Teachers For Future: i docenti per il Pianeta

In vista del prossimo Sciopero Globale per il Clima, di venerdì 24 maggio, scendono in campo anche i docenti, con un loro manifesto, in cui si ripromettono, tra l'altro, di insegnare la verità nelle scuole e di sostenere i loro studenti  Noi insegnanti ed educatori italiani e tutti i sottoscrittori di questo appello riconosciamo come il collasso climatico e del mondo naturale di origine antropica costituisca con tutta evidenza una EMERGENZA MONDIALE non più procrastinabile. [...]   Dopo decenni di omissioni, silenzi e inazione, finalmente da oggi soffia il vento della speranza. Perciò, da oggi, ci ripromettiamo di INSEGNARE LA VERITÀ nelle scuole; di sostenere incondizionatamente i nostri studenti nelle loro rivendicazioni e farle nostre; di mettere in comunione le nostre intelligenze, le nostre mani e i nostri cuori con chiunque su questo pianeta vorrà informare ed educare attorno alla realtà dell’emergenza climatica; di condividere conoscenza, sapienza ed esperienza per costruire una solida comprensione delle necessità attuali della nostra Terra per poter rigenerare i suoi equilibri. [...]   E finalmente un obiettivo che sottolinea l'inizio di una presa di consapevolezza rispetto ai danni ambientali enormi causati dal ciclo di 'produzione' della carne: la proposta di abolire la carne dalle mense.    E' già qualcosa, sarebbe già un passo avanti verso un domani meno catastrofico. Forza Teachers For Future ci vediamo in piazza il 24 maggio!   paola segurini  

I benefici delle fragole

Dalle proprietà depurative a quelle diuretiche, da quelle antinfiammatorie a quelle antitumorali, le fragole possono essere considerate uno dei frutti più salutari che la primavera ci offre. Le loro proprietà sono innumerevoli: questi frutti, infatti, presentano un alto contenuto di vitamine (C, A, B1, B2, B9, K), sali minerali (manganese, ferro, potassio e magnesio) e sono amiche della dieta. Un vero e proprio toccasana per il nostro organismo.   Per la presenza degli antiossidanti, le fragole si rivelano utilissime per combattere il colesterolo e i radicali liberi, favorendo un apporto benefico al sistema cardiovascolare. Gli antiossidanti conferiscono a questo frutto proprietà antitumorali: sicuramente non si rivelano una soluzione per patologie così importanti, ma se affiancate ad una sana alimentazione possono contribuire alla loro prevenzione.   Grazie alla presenza di uno specifico tipo di polifenoli (gli ellagitannini), le fragole risultano utilissime come prevenzione del diabete: queste, infatti, contrastano i picchi glicemici e di insulina che possono verificarsi dopo un pasto ricco di carboidrati. Numerosi vantaggi si riscontrano anche per quanto riguarda pelle, capelli e unghie; infatti, l’alto contenuto di vitamina C favorisce la produzione di collagene (che aiuta a prevenire l’insorgere di rughe) e la produzione di globuli bianchi (andando ad agire sul sistema immunitario), mentre la presenza del manganese e del rame può dare una mano nei problemi di calvizie, ritardare la crescita dei capelli grigi e a rafforzare le unghie fragili.   Una ricetta con le fragole? Eccola!   Dott. Michela Kuan

Laudato Si': alleanza per il clima

La lettera enciclica LAUDATO SI', promulgata nel 2015 da Papa Francesco, con il tema della 'cura della casa comune', non è rimasta inascoltata. Il 19 gennaio 2019, con la convocazione di un Forum cui hanno preso parte attivisti, studiosi e numerose realtà dei movimenti e dell’associazionismo italiano, è stato aperto un tavolo di lavoro sui cardini dell’enciclica vista come un testo pienamente politico, capace di comprendere nel medesimo orizzonte la dimensione della giustizia sociale, del rispetto dei diritti, della cura della casa comune e del vivente – nella consapevolezza dell’urgenza di una pratica di resistenza culturale, educativa e comunicativa. Anche LAV, nella persona del Presidente Gianluca Felicetti, ha partecipato ai lavori. Per saperne di più

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta