L'oro degli Inca: la quinoa

È bene specificare, innanzitutto, che la quinoa è uno pseudocereale piuttosto che un vero cereale, in quanto non è una graminacea, ma rappresenta una pianta erbacea naturalmente priva di glutine.   Come i cereali, però, la quinoa è un eccellente fonte di amido, contenendone circa il 60% a cui si aggiunge un’ottima quota proteica che si aggira intorno14-18%.   Rilevante la composizione amminoacidica delle proteine di quinoa, che rende il suo valore biologico sicuramente superiore a quello degli altri cereali tradizionali. Infatti, è presente il doppio del contenuto di lisina che si trova in frumento, mais e riso e più del triplo rispetto a quello di sorgo e miglio; anche rispetto ai cereali più ricchi di lisina, come orzo, segale e avena, il contenuto in quinoa è comunque superiore.   La quinoa è un cibo dalle accertate proprietà nutraceutiche, ricca di antiossidanti, il suo consumo aiuta a contrastare il diabete ed a migliorare il metabolismo con capacità anche antinfiammatorie.   Una ricetta per consumarla al meglio? Eccola.   Dott. Michela Kuan

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta