Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Secondi

Seitan alla pizzaiola

In una padella versare i 2 cucchiai di olio, scaldare e mettere la cipolla tritata finemente, nel frattempo lavare e tagliare a dadini i pomodori. Lasciare appassire la cipolla, appena diventa trasparente versare i pomodori coprire e lasciare cuocere per almeno 5 minuti a fuoco vivo. Appena il pomodoro è ammorbidito aggiungere i due tranci di seitan naturale tagliato a fette e lasciarlo cuocere per altri 7/8 minuti. Salare, pepare aggiungere l'origano, lasciare in cottura altri due minuti col coperchio e servire con una bella fetta di pane!
Leggi la ricetta

Secondi

Involtini di seitan alle foglie di finocchio

Tagliate il seitan a fettine sottili trasversali e passatelo nel pangrattato su entrambi i lati. Sciacquate le foglie di finocchio, tagliuzzatele e mettetele in una casseruola con un dito di acqua, il dado e l’aglio sminuzzato o schiacciato. Coprite con un coperchio e lasciate stufare a fuoco basso finché il dado non è sciolto e le foglie ben stufate (gli steli devono risultare morbidi). Utilizzate le foglie di finocchio così preparate per riempire le fettine di seitan, arrotolandole a formare un involtino, da fermare con uno stuzzicadenti. Scaldate in una pentola 3 cucchiai di olio, disponete gli involtini e fateli rosolare su tutti i lati. Spegnete e lasciate intiepidire. Servite, accompagnando con patate al forno al rosmarino e/o con carciofi alla romana.  
Leggi la ricetta

Secondi

Tofu alla salvia fritto e dorato

Preparate la pastella mettendo l’acqua in una terrina e aggiungendo pian piano la farina mescolando sempre con una frusta per evitare che si formino grumi; è pronta quando si ottiene una crema piuttosto liquida; aggiungete 1 cucchiaio di salsa di soia e un pizzico di coriandolo. Lasciate riposare per una mezz’ora e nel frattempo preparate il tofu: tagliarlo a fettine di non oltre mezzo centimetro dal lato più piccolo del panetto e disponete su ogni fettina una foglia di salvia lavata e asciugata. Scaldate un dito di olio in una padella capiente; immergete le fette di tofu con la salvia nella pastella poche per volta facendo attenzione a non far cadere la salvia. Quando l’olio è ben caldo immergetevi le fette di tofu e salvia con la pastella; fate dorare entrambi i lati e poi disponetele su un piatto con della carta per fritti. Eventualmente aggiustate di sale; servite calde o tiepide.  

Secondi

Panzerotti di mais

Impastate le tre farine mescolate insieme alla margarina morbida, il lievito sciolto in un bicchiere scarso di latte di riso tiepido e sale, lasciando lievitare il composto per circa un’ora. Nel frattempo rosolate in una pentola con l’olio d’oliva il porro pulito e tagliato a fettine, aggiungete la zucchina tagliata a dadini e cuocete per 10 minuti a fuoco medio. Unite i pomodori (preferiteli maturi) sgusciati tagliati sempre a dadini, la rucola affettata, il mais cotto e la maggiorana sfogliata, cuocete per altri 5 minuti e salate in ultimo. Stendete l’impasto lievitato a meno di ½ centimetro d’altezza, ricavate delle forme rotonde, versatevi nel mezzo un cucchiaio del ripieno di verdure, chiudete in due parti e disporle in una teglia oliata.Cuocete in forno caldo a calore medio per 15-20 minute e servite subito.  
Leggi la ricetta

Secondi

Hamburger di fagioli

Frullate i fagioli (lessati) scolati e metteteli in una ciotola. Sminuzzate la carota, il sedano e la cipolla e metteteli in una padella con qualche cucchiaio di acqua, coprite e accendete il fuoco, mantenendo la fiamma bassa, a metà cottura aggiungete l’aglio schiacciato, 2 cucchiai di olio, i funghi secchi sminuzzati fatti rinvenire in acqua calda per qualche minuto. Completate la cottura e togliete dal fuoco.  
Leggi la ricetta

Secondi

Straccetti di seitan con salsa di ceci

Tagliate il seitan trasversalmente a fette molto sottili. Frullate i ceci con l’olio, l’aceto (pref. di mele) e i capperi fino ad ottenere una salsa densa ma fluida. Adagiate gli straccetti di seitan su un piatto da portata, versate la salsa di ceci e il prezzemolo tritato. Lasciate riposare un’ora e servite freddo o appena intiepidito al microonde.  
Leggi la ricetta

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta