Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Secondi

farinata (cecina)

Versare la farina in un contenitore, aggiungere l'olio mescolando con 1 frusta, aggiungere acqua fredda fino a ottenere un composto molto liquido, sale moderato poichè quando si ritira in forno la sapidità aumenta esponenzialmente, lasciare riposare x 12 ore e cuocere a 180° x circa 30 min fino a che la superficie diventa bruna

Secondi

Castagnaccio e verza

Amalgamate la farina di castagne con l'acqua, un cucchiaio d'olio e un pizzico di sale, facendo attenzione che non si formino grumi. Aggiungete l'uvetta e mescolate con cura. Ungete una teglia da forno con un po' d'olio, adagiate l'impasto di uno spessore sottile, distribuite sopra le cimette di rosmarino e un filo d'olio e fate cuocere in forno a 200 gradi per trenta minuti. Tagliate a pezzi la verza e stufatela in una pentola con un filo d'olio, aglio e alloro e prima di toglierla dal fuovo aggiustate il sapore con sale, pepe e un pizzico di cannella. Tagliate il castagnaccio in dischi di otto centimetri, adagiatene ciascuno al centro di un piatto piani, aggiungete sopra una porzione di verza stufata e i irroriate con la riduzione di vino rosso. Completate il piatto con una cimetta di rosmarino e un filo d'olio.

Secondi

Seitan al pepe verde

Tagliate il seitan a fettine spesse almeno un centimetro. Sgocciolate il pepe verde e schiacciatene qualche grano sulla superficie delle fettine, facendo in modo di farlo infossare nel seitan. Fate rosolare da entrambe le parti, volendo con un pochino di brandy, e quindi portate a cottura (circa 10 minuti) aggiungendo un po' d'acqua. Unite la panna di soia in modo da ottenere una salsa cremosa e far cuocere un altro minuto. Ottimo servito con patatine novelle al forno.

Secondi

Sfizio di riccia e mandorle siciliane

Lavate e asciugate l’insalata riccia togliendo (solo se serve) le foglie esterne e la base, le foglie lasciarle intere. In una pentola di media altezza fate rosolare gli spicchi d’aglio per un paio di minuti e poi unite  la riccia ed il peperoncino. Fate cuocere per una decina di minuti a fuoco vivace mescolando di continuo per evitare che si attacchi. Salate a piacimento. Disponete  la riccia in un vassoio contenitore o ciotola, aggiungete un filo d’olio a crudo e guarnite con le mandorle (intere o tagliare grossolanamente).

Secondi

Spadellata di miglio alle verdure

Lavate e scolate bene il miglio, mettetelo in una capiente padella con un filo d'olio extra vergine d'oliva e tostatelo per qualche minuto. Pulite le verdure, lavatele, asciugatele e tagliatele a piccoli pezzetti. Mettete dell'olio extra vergine in una padella e aggiungete nell'ordine il porro affettato, le carote e  dopo pochi minuti la zucchina, i funghi e i pisellini precedentemente sbollentati. Aggiungete il miglio e lasciate insaporire pochi minuti, poi coprite con il brodo caldo, aggiungete la foglia d'alloro e lasciatelo cuocere coperto per 15 minuti a fiamma dolce. Trascorso questo tempo aggiustate di sale, spolverate con un po' di pepe bianco e con una generosa dose di curcuma in polvere e servite porzionando con l'aiuto di un coppapasta. (Il piatto può dar luogo ad infinite varianti in base ai prodotti di stagione, in questo periodo ad esempio, al posto delle zucchine potrebbe essere usata della zucca)  
Leggi la ricetta

Secondi

Carciofi e patate allo zafferano

Per prima cosa pulite i carciofi. Prendete una ciotola, riempitela d’acqua e aggiungete il succo di un limone (lasciandolo in ammollo). Con l’aiuto di uno spelucchino, eliminate le foglie esterne del carciofo fino alla parte tenera. Tagliate le punte dei carciofi (per intenderci le spine) e il gambo.Dividete in due parti i carciofi. A questo punto eliminate il fieno (per questa operazione potete utilizzare uno scavino). Dividete a spicchi ogni metà dei carciofi, lasciandoli in ammollo nell’acqua con il limone. Pelate le patate e tagliate a pezzetti regolari (è consigliabile un taglio piccolo). Mettete in una padella un po’ di olio extravergine d’oliva, e aggiungete la cipolla tritata.Prima di soffriggere la cipolla, aggiungete lo zafferano, avendo cura di diluirlo bene nell’olio extravergine d’oliva. Soffriggete la cipolla e aggiungete gli spicchi di carciofi con le patate. Rosolate bene per qualche minuto, salate e aggiungete del pepe macinato fresco. Dopo qualche minuto (continuate a mescolare), aggiungete del vino bianco e lasciate evaporare, ultimando la cottura a fuoco basso con un coperchio (se troppo asciutto, aggiungete mezzo bicchiere di acqua e continuate la cottura).  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta