Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Snack

Tartellette felici

Stendere la pasta sfoglia e tagliarla in rettangoli. Spennellare con olio EVO, mix di erbe provenzali e verbena. Far cuocere in forno caldo per circa 15 minuti a 180° C. Nel mentre far caramellare le arance, in pentola anti aderente, con un po' di acqua e lo zucchero.  Appena si comincia a formare il caramello, immergere le arance tagliate a fette per circa due minuti. Disporre tre fettine di arance per ogni tartelletta, spolverizzandole di fleur de sel. 

Snack

Biscotti alla mela e fiocchi d'avena

I fenomeni allergici sono in grande crescita. Tali reazioni sono frutto anche del contesto artificiale, industrializzato e ricco di inquinanti in cui stiamo e dove il nostro sistema immunitario ha una reazione “esagerata” a determinate sostanze, ritenendole non compatibili. La principale causa di allergia è il polline. Una dieta corretta può aiutare a ridurre i sintomi, infatti le mucose oculari e dell’apparato respiratorio si infiammano a causa di una sostanza liberata dalle cellule immunitarie per combattere gli allergeni (istamina). Se l’intestino è infiammato a causa di un’alimentazione scorretta, la sintomatologia allergica peggiora, poiché tutte le mucose del corpo sono collegate tra loro. E’ auspicabile, quindi, non consumare tutti i cibi ricchi di istamina o che la attivano come: pesce, carne, formaggi fermentati e stagionati, salumi e insaccati, crauti, spinaci, melanzane, pomodoro, ketchup, aceto di vino rosso, fragole, mirtillo rosso, ananas, frutta secca, cioccolato, liquirizia, conservanti alimentari (benzoati), papaia, agrumi e crostacei. Tra gli alimenti, invece, consigliati troviamo mela, riso e avena: abbiniamoli per ottimi e fragranti BISCOTTI.   Con un mixer tritare i fiocchi d’avena fino a renderli farinosi.  Lavare la mela e tagliarla a dadini compresa la buccia. Mescolare insieme gli ingredienti secchi in una ciotola capiente: farine, zucchero, fiocchi tritati, lievito, bicarbonato e amido di mais. Aggiungere l’olio e mescolare con un cucchiaio di legno. Aggiungere lo yogurt di soia, la mela e continuare a mescolare, a questo punto rovesciare l’impasto su una tagliere e raccogliere il tutto per formare una palla (se l’impasto è troppo secco aggiungere un po’ di latte di soia/avena). Infarinare il piano di lavoro e tirare l’impasto, lo spessore dovrebbe essere di circa 1 cm. Usare un coppa pasta da 6 cm di diametro, si ricaveranno 15/16 biscotti. Posizionare i biscotti su una teglia rivestita di carta da forno, spolverarli con dello zucchero di canna e infornare a 180° per 15/20 minuti. 

Snack

Tè e tisane: quale fa per te?

Profumano di benessere e sono un ottimo espediente per concedersi un momento di relax. Ecco quali tè o tisane scegliere per trasformare la tua pausa in un toccasana: Tè bianco - il nome deriva dal colore bianco-argenteo dei peli sui germogli ancora chiusi della pianta, questo tè è da considerarsi una vera e propria bevanda della salute e contiene un’altissima percentuale di antiossidanti; Tè verde - oltre agli effetti antiossidanti e rilassanti, l’uso quotidiano di tè verde provoca una accelerazione nella diminuzione del grasso corporeo, grazie ai suoi effetti brucia-grassi; Il rooibos, noto anche come té rosso (ma è una tisana in quanto non è presente teina) alla mattina tonifica e rivitalizza l'organismo, alla sera sfodera un effetto rilassante; Per rilassarsi: le tisane più indicate sono quelle a base di erbe come il tiglio, la camomilla, la melissa, la lavanda e il biancospino Per depurarsi: sono ottime quelle a base di tarassaco, cardo mariano, bardana, liquirizia e ortica; Per digerire: la tisana al finocchietto è senza dubbio la migliore, se soffrite di problemi digestivi provate a berne una tazza dopo i pasti. A questo fine è perfetta anche la tisana a base di radice di liquirizia; Per la circolazione: molto usata quella al mirtillo, utile anche per fortificare l'attività dei reni; Per i raffreddamenti: le tisane a base di timo, eucalipto, pino, liquirizia o cipresso sono un toccasana contro il raffreddore; Per la pelle: per mantenerla liscia e levigata ci sono le tisane a base di bardana, salvia, astragalo, tarassaco, camomilla o liquirizia; Per dimagrire: un prezioso aiuto può arrivare dal frassino, viola del pensiero, achillea o quercia marina; Per la cellulite: potete scegliere tra tisane a base di betulla, fucus (per chi non ha problemi di tiroide), spirea o ananas

Snack

Crema di formaggio vegan

Frullate tutti gli ingredienti in un mixer. Ottima su pane, hamburger vegani, sulla pizza al posto della mozzarella, sulle verdure, insomma potrete sbizzarrirvi!
Leggi la ricetta

Snack

Focaccia barese

Per prima cosa impastate la pasta madre con l’acqua per scioglierla. poi aggiungete pian pianino in una grande ciotola tutti gli ingredienti. per ultimo l’olio. impastate bene fino ad avere un impasto ben liscio ed omogeneo. Quando pronto, ungete due contenitori, dividete l’impasto in due e copriteli di olio e lasciate lievitare per circa 8-12 ore a seconda del calore. in questo periodo 8 ore vanno benissimo. trascorso questo tempo ungete una teglia di 32 cm di diametro. Io ne ho fatta una grossa rettangolare, adeguatevi. mettete l’impasto senza maneggiarlo troppo. la focaccia barese va subito in forno, non va fatta lievitare di nuovo quindi siete avvisati. stendete solo con i polpastrelli la pasta nella teglia. a questo punto potete fare un gioco se avete dei bambini, io mi sono divertito da solo. I pomodorini vanno schiacciati con le mani e il succo va delicatamente spalmato sulla superficie. Le falde dei pomodori invece vanno messi sulla superficie. Non preoccupatevi dei semi, danno sapore anche loro! Quando è bella piena di pomodori, passate alle olive. Guarnite a piacere. Mettete del sale in superficie e origano. Rimettete olio (è una focaccia di terra d’olio non dimenticatelo) e infornate a 250° per 20-30 minuti. Il forno dev’essere già caldo. Mangiatela e godetene liberamente.
Leggi la ricetta

Snack

Pane semi integrale

Fare il pane non è una cosa complicata. Per prima cosa bisogna sciogliere il lievito madre nell’acqua, l’olio e il malto. Poi aggiungete la farina. Tutta. Mescolate bene, massaggiate il pane. Quando l’impasto è ben omogeneo bisogna fare un piccolo trucco. Stendete con le mani la palla e piegate in 3 come per la pasta sfoglia. Poi dal lato corto arrotolate l’impasto. fatelo rotolare per dargli una forma allungata e di nuovo dal lato corto arrotolate. Avrete una bella palla con glutine attivato. Mettete in una ciotola coperto da un panno umido e uno asciutto in forno. Io lo lascio lievitare tutta la notte. la mattina dividete l’impasto in due, impastate un poco e ripartite con pieghe e rotoli fino a che non sentite che la pasta è bella elastica. A questo punto o ne fate pagnotte tonde oppure lo allungate e ne fare due bei filoncini. Lasciate riposare in teglia coperta da panno bagnato e asciutto per 1 h o 2.  Togliete i panni e accendete il forno al massimo. Dopo 10 minuti abbassate a 200°. Quando lo vedrete ben dorato provate a fare la prova del “busso”. Se sotto la pagnotta bussando con le nocche suona come se fosse a una porta è pronto. A questo punto io tolgo la teglia e lascio raffreddare a forno spento dentro il forno un po’ aperto. Avrete dell’ottimo pane morbido ideale per farne panini o per spalmarci sopra ogni tipo di salsina!
Leggi la ricetta

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta