Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Simone Salvini

Toscano trasferito a Milano, prima di essere uno chef di grande prestigio e impegno, un docente di livello elevatissimo, Simone è un ambasciatore del cibo ‘pacifico’ e empatico, realizzato in base a un rinnovato patto di rispetto per tutte le creature. Le sue ricette vegan …

Secondi

Coniglio Felice

Una ricetta del grande Simone Salvini! Un secondo a base di seitan che sarà una scoperta meravigliosa. La scelta Vegan è un mondo nuovo, pieno di soprese gustose!

Dolci

Tartufi di cioccolato fondente

1) Tagliare a pezzetti i cioccolati e trasferirli in una bacinella di metallo. Portate a ebollizione il latte e togliere dal fuoco; aggiungere il cioccolato e girare con una frusta in modo da ottenere un composto omogeneo e lucido. Trasferirlo su una placca di metallo e distenderlo il più possibile con una spatola. Lasciar raffreddare in frigo per alcune ore. 2) Fare delle palline da 20 c ciascuna e passarle  sulla  frutta secca. Mantenere in frigo per alcune ore. 3) Servire i tartufi alternati tra loro ( come da foto ) dopo averli lasciati fuori dal frigo per alcune ore.     Preferisco creare delle combinazioni di cioccolati con percentuali di massa cacao diverse tra loro. Secondo me questo conferisce al nostro tartufo una maggiore morbidezza. Se non si riesce a reperire il cioccolato al 50% possiamo usare quello al 70%  per intero. L'assenza di zuccheri aggiunti dà alla nostra preparazione un carattere deciso e riscaldante .Il latte vegetale  può essere di mandorle, di soia, di nocciole, di cocco etc.

Contorni

Patate arrosto

E' una ricetta che piace a tutti sia ai grandi che ai piccoli! Il mais dona forza alle patate arrostite e una insolita  croccantezza. Le erbe aromatiche ci consentono, tra l'altro,  di aggiungere meno sale alle nostre preparazioni.     1) Pelare le patate e tagliarle a cubi regolari. Metterli subito in abbondante acqua fredda e lasciarli riposare alcuni min. Sciacquarli e farli scolare bene in un colino di metallo. Trasferirli in una bacinella capiente, condirli con l'olio, il fioretto e il sale.  2) Trasferire le patate su una placca da forno rivestita con la sua carta e aggiungervi sopra l'alloro, la salvia e gli aghi di rosmarino. Cuocere in forno a 185° per circa 40 min., girare a metà cottura con una spatola di metallo. Servire le patate arrosto ben calde.      

Secondi

Seitan arrostito con semi di sesamo e maionese al latte di soia

Preparazione Seitan 1) Tagliare a pezzi regolari  il seitan e saltarli in una padella assieme all'alloro e le scorze di limone fino a renderli croccanti all'esterno. Bagnarli con delle gocce  di tamari e continuare la cottura in modo da colorare i pezzi di seitan in modo uniforme. Passare metà dei bocconcini nei semi di sesamo e tenerli in caldo. 2) Adagiare sul fondo dei piatti i cubi di seitan alternati tra loro ( come da foto ) e decorare con una macchia di maionese gialla al latte di soia.   Preparazione Maionese 1) In un bicchiere apposito mettere il latte assieme al succo, il sale e il peperoncino. Frullare con il minipimer per alcuni sec. 2) Versare a filo gli oli ( precedentemente uniti tra loro ) e frullare alla massima  velocità con il minipimer fino a rendere la maionese stabile e soffice. Se necessario aggiungere altro olio di oliva. Lasciar riposare in frigo almeno per 1 ora prima di servire.   E' un classico della cucina vegetariana; il seitan viene servito in modo giocoso mentre la maionese dà un tocco esotico, goloso e colorato. La maionese al latte di soia e olio di oliva è davvero una sorpresa gustativa. Senza colesterolo ma con tanto gusto.  

Primi

Paccheri di semola con ragù di soia

1) Mettere i bocconcini di soia a bagno in abbondante acqua  per una notte; tritare grossolanamente carote, sedano e porro (solo la parte chiara) e trasferire il trito sul fondo di una casseruola dal fondo spesso.  Aggiungervi l'olio extravergine di oliva,  le foglie di alloro, un pizzico di pepe verde intero e le scorze di limone. Rosolare a fuoco basso fino a rendere le verdure morbide e quasi trasparenti. 2) Scolare i bocconcini e spremerli con forza in modo da far uscire più acqua possibile. Tritarli grossolanamente nel cutter  e aggiungerli alle verdure cotte, salare e unirvi i pelati di pomodoro e circa 200 g di acqua. Far cuocere a fuoco medio, girando spesso, fino a far evaporare quasi del tutto la parte liquida. Correggere di sale se necessario.  Far riposare alcune ore. 3) Cuocere la pasta al dente e  saltarla in padella  con parte  del ragù di soia. Servirla su dei piatti di portata e decorare con le nocciole tostate, il rosmarino e alcune le scorze di limone tagliate a listarelle. Finire con delle gocce di olio piccante.   Il ragù di soia è goloso e rassicurante. Essendo la soia  naturalmente priva di glutine può essere usata come condimento per paste senza glutine, risotti e altre preparazioni indicate per persone che soffrono del morbo della celiachia. La soia è molto nutriente soprattutto in valori proteici e versatile in cucina.

Starter

Frittura di verdure all'indiana con chutney di mele

Ricetta adatta anche a celiaci Preparazione Tagliare a fette regolari tutte le verdure e coprirle con un panno leggermente bagnato. Mettere in una bacinella di metallo la farina assieme al sale, la curcuma e i semi, aggiungervi lentamente l’acqua e girare con una frusta in modo da ottenere una consistenza liscia e priva di grumi. Lasciar riposare in frigo per alcune ore. Sbucciare le mele, eliminare i semi e tagliare la polpa in modo da ricavare dei cubetti regolari. Metterli sul fondo di una casseruola assieme alla cannella, i chiodi di garofano, le scorze, le foglie di alloro e il peperoncino. Cuocere con il coperchio a fuoco molto basso per circa 10 minuti senza aggiungere liquidi. Togliere dal fuoco, eliminare sia le scorze che le foglie di alloro. Condire il chutney con la polpa dei datteri tritati finemente, delle gocce di succo di limone e un pizzico di sale (se necessario). Di solito io trito al coltello questo preparato e lo conservo in frigo per alcuni giorni. Passare le verdure nella pastella fredda e friggerle nell’olio a 180° per tre o quattro minuti. Le verdure dovranno diventare croccanti all’esterno e prendere un colore quasi dorato. Passarle nella carta assorbente e mantenerle in caldo. Servire alcuni cucchiai di chutney sul fondo dei piatti, adagiare sopra le verdure e decorare con i fiori e le erbe profumate.  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta