Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Secondi

Seitan in salsa di mela

Elenco ingredienti

Ingredienti Seitan in salsa di mela

  • 400 g seitan al naturale
  • 1 costa sedano
  • 1 piccolo porro
  • 1/4 cipolla bianca
  • 2 spicchi aglio
  • 1 mela renetta
  • qualche cucchiaio senape
  • qb olio evo
  • 1 bicchiere vino bianco
  • qb brodo vegetale
  • 2 rametti rosmarino
  • 4 bacche di ginepro
  • 1 foglia di salvia
  • 1 foglia di alloro

1) Preparazione Seitan in salsa di mela

Lavate e mondate le verdure, tagliatele in pezzi e mettetele in una casseruola con le erbe aromatiche, il ginepro, uno spicchio d’aglio, 3 cucchiai d’olio evo, sale, pepe e fatele leggermente rosolare. Aggiungete la mela a pezzi e sfumate con il vino. Lasciatelo evaporare e poi coprite con brodo caldo. Fate cuocere finchè le verdure saranno tenere. Togliete la foglia di alloro e passate tutto al minipimer. Setacciate la salsa attraverso un colino a maglie strette per renderla liscia. Affettate il seitan e spennellatelo con la senape. Fatelo rosolare leggermente in una padella con poco olio, un rametto di rosmarino e uno spicchio d’aglio, girando le fette da entrambi i lati aggiungendo un paio di cucchiai di brodo vegetale per mantenerlo morbido. Quando sarà leggermente dorato, disponetelo su un piatto da portata e nappatelo con la salsa alla mela calda. Accompagnate il seitan con della bietina saltata in padella con olio e aglio e da cavolo cappuccio crudo tagliato sottilissimo condito con olio, sale, pepe, limone e kummel carvi .

Dolci

Gallette vegan ai mirtilli

​Unisci in una ciotola capiente la farina semintegrale di farro, quella di mandorle, lo zucchero di canna, la vaniglia, il sale e mescola bene. Aggiungi il burro e impasta in modo da ottenere un composto sabbioso, poi unisci a cucchiaiate l'acqua freddissima e impasta bene, fino ad ottenere una palla omogenea. Avvolgi l'impasto nella pellicola e lascia riposare in frigorifero per un'oretta. Riprendi l'impasto e stendilo con l'aiuto di un matterello sopra un foglio di carta forno in modo da ottenere un disco di spessore di circa 3 millimetri. Versa al centro del disco la marmellata di mirtilli e successivamente la crema di mandorle. Aggiungi anche i mirtilli e richiudi i bordi della galette aiutandoti con la carta forno. Spolvera con un cucchiaio di zucchero di canna e inforna a 180 gradi per 30 minuti in modalità statica. Sforna e lascia raffreddare prima di servire.

Primi

Quinoa con piselli e menta

  ​Versa tre cucchiai di olio evo in una casseruola, aggiungi la quinoa e il doppio del suo volume di acqua salata, porta ad ebollizione e fai cuocere a fuoco lento per 8/9 minuti. Spegni il fuoco e lascia riposare 5 minuti coperto.  Affetta a rondelle sottili il porro e rosolalo in un wok (o in una padella capiente) con un pizzico di sale, aggiungi i piselli lessati e salta il tutto per qualche minuto. Sminuzza sia i pistacchi che le foglioline di menta al coltello. Versa la quinoa nel wok con i porri e i piselli, salta il tutto per un minuto in modo da amalgamare bene gli ingredienti, spegni il fuoco e aggiungi la menta, i pistacchi, il pepe rosa e aggiusta di sale. Puoi servire questo piatto sia caldo che freddo.  

Starter

Crostata salata di zucchine e pomodori ciliegini

Frulla i fiocchi di avena, versa la farina ottenuta in una terrina, aggiungi la farina semintegrale di farro  e il sale. Versa nel composto l'acqua e l'olio e impasta per qualche minuto fino ad ottenere un panetto sodo e compatto e lascialo riposare coperto in frigorifero per mezz'ora. Affetta nel frattempo le zucchine e i pomodori ciliegini, condiscili con un cucchiaio di olio ed un pizzico di sale. Riprendi l'impasto dal frigorifero e stendilo in una teglia di 22 cm di diametro foderata di carta forno, decora con la verdura e inforna per 25 minuti a 170 gradi. Puoi gustarla sia calda che fredda.  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta