Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Primi

Lasagnetta con porri e piselli

Per fare la besciamella: scaldate il latte di soia in un pentolino; in un’altro sciogliete la margarina (non idrogenata o in alternativa utilizzate il burro di soia) a fuoco basso e aggiungere la farina amalgamando bene. Versate il latte scaldato poco per volta sempre girando, aggiungere un pizzico di noce moscata grattugiata, sale e pepe e spegnere il fuoco.   Cuocete le verdure. Sminuzzate la cipolla (bianca) e metterla in un pentolino con 2 cucchiai di olio e il peperoncino. Quando la cipolla è bionda, spegnete e lasciate freddare. Versate i piselli, copriteli con acqua e cuocete a fuoco moderato fino a cottura. In una padella versare i porri puliti e tagliati a rondelle con un bicchiere di acqua. Coprite e lasciar appassire eventualmente aggiungendo acqua se evapora. Quando saranno appassiti salate, pepate, versate due cucchiai di olio e saltate per un paio di minuti. Mettete a bagno i funghi in acqua calda per qualche minuto, scolateli, sminuzzateli e saltateli in padella con olio, aglio e peperoncino. Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolate. Ungete una teglia di medie dimensioni e cospargete il fondo con un velo di pangrattato. Disponete uno strato di pasta, qualche cucchiaio di besciamella, piselli, funghi, porri e coprite con altra pasta andando avanti fino ad esaurimento ingredienti. Infornate a 200 gradi finché non compare la crosticina dorata in superficie  
Leggi la ricetta

Primi

Orzotto con castagne e foglie di finocchio

Dopo aver lasciato in ammollo l’orzo per una notte lessatelo in abbondante acqua salata (il doppio del suo volume circa). Lessate le castagne per circa 10/15 minuti, scolatele, pelatele e tagliatele a pezzettini. Fate soffriggere in una padella l’aglio schiacciato o tritato con il peperoncino e mezzo bicchiere di olio. Quando l’aglio è biondo aggiungete le castagne e 2/3 cucchiai di salsa di soia; mescolate, lasciate cuocere per 1 minuto a fuoco vivo e aggiungete le foglie di finocchio tagliuzzate. Lasciate appassire; versate il vino, fate evaporare e spegnete. Versate nella padella l’orzo e mescolate amalgamando bene, eventualmente aggiungendo della panna di soia per rendere tutto più omogeneo.  
Leggi la ricetta

Primi

Manicotti ceci e zafferano

Mettete a bollire l’acqua per la pasta in una casseruola con coperchio; pelate la cipolla (preferire una cipolla rossa), tritatela finemente e soffriggetela in 4-5 cucchiai di olio. Quando è dorata aggiungete i ceci (lessati)e mescolate di tanto in tanto; quando è tutto ben caldo aggiungete il vino, facendone evaporare un po’; abbassate quindi la fiamma e coprite. Cuocete la pasta, scolatela e versatela nella padella con i ceci. Aggiungete lo zafferano mescolando bene fino a ottenere un bel colore giallo omogeneo. Servite decorando con un ciuffetto di rosmarino  
Leggi la ricetta

Primi

Tagliatelle panna, limone e pepe bianco

Mettete a bollire dell’acqua in una casseruola con coperchio. Nel frattempo lavate il limone (biologico) e il prezzemolo, asciugateli, grattugiate la buccia del limone, tritate il prezzemolo e mettete da parte separatamente. Se nel frattempo l’acqua bolle cuocete la pasta e scolate, ma senza lasciare che asciughi troppo. Versate l’olio coprendo il fondo di una padella e soffriggete la cipolla tritata finemente (preferite una cipolla bianca); quando è appena dorata aggiungete il limone, mescolate e poi aggiungete la panna e cospargete con un po’ di pepe bianco. Spegnete e versate la pasta mescolando; mettete nei piatti aggiungendo il prezzemolo tritato e servite.  
Leggi la ricetta

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta