Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Primi

Cous cous con verdure brasate

Tagliate la cipolla a dadini e soffriggetela con l'olio in un capiente tegame antiaderente; aggiungete i pomodorini, il sale e il peperoncino e continuate la cottura. Unite al soffritto i peperoni, le carote, le zucchine, i pomodorini (tipo ciliegino) e le melanzane tagliate a dadini, salare il tutto quanto basta. Fate brasare per circa 20 minuti aggiungendo acqua di tanto in tanto.   Nel frattempo fate bollire in una pentola alta dell'acqua con una carota e una cipolla; mettete sopra la pentola un cola pasta di acciaio per creare la cottura al vapore del cous cous, utilizzate il cous cous precotto il più diffuso in commercio che dovrà precedentemente essere sgranato in un contenitore con 3 cucchiai di olio extravergine. Una volta messo nello scola pasta  fate cuocere a vapore per circa 15 minuti. A cottura quasi ultimata delle verdure aggiungete il curry e il cous cous con un pò di acqua; dopo circa un minuto spegnete e lasciate che il cous cous assorba l'acqua. Alla fine, aggiungete un filo d’olio extravergine crudo, mescolate e trasferite il tutto in una forma  a cupola. Premete bene con un cucchiaio e rovesciate su un piatto da portata. Guarnite con i capperi, gli ortaggi brasati e le foglie di basilico fresco.

Primi

Maltagliati alla crema di ceci con lamelle di carciofi e mentuccia

Pasta per i maltagliati Amalgamate gli 800 gr di farina 00 con 100 gr di farina di semola l'acqua e il sale   Crema di ceci: Fate bollIre i ceci con  salvia e rosmarino fino alla loro cottura. Preparate un battuto di verdure con carote sedano aggiungere alla fine l’aglio e saltare i ceci già precedentemente cotti. Mettete la farina per amalgamare e aggiungere un po’ di vino bianco, un po’ di brodo vegetale e far cuocere. Passate il tutto, nel disco più piccolo del passa verdure, condire e mettere da parte   I carciofi: Tagliare i carciofi in fettine sottili e saltarli in una padella con un po’ di olio, un po’ di vino bianco spicchi di aglio, sale e pepe. Coprire con un cartoccio di carta forno e lasciarli cuocere. Tagliare qualche fetta di carciofo alla mandolina molto sottile, passarli nella farina e friggere.   CONSIGLI: Per servire: Cuocere la pasta scolarla e versarla nella padella con la crema di carciofi, aggiungere un po’ di carciofi saltati, qualche cecio intero,un po’ di mentuccia e mantecare con un po’ di olio d’oliva, prezzemolo Mettere un po’ di crema al centro del piatto di portata e adagiarci sopra i maltagliati guarnire il tutto on le fettine di carciofo fritte.

Primi

Gnocchi di ortiche con sugo di asparagi

Preparate gli gnocchi: sbucciate le patate (sceglietele di grandi dimensioni) e tagliatele a pezzi; sciacquate l’ortica proteggendovi con dei guanti, staccate le foglie e tagliuzzatele grossolanamente. Lessate le patate, aggiungendo le foglie di ortica a fine cottura; scolate, lasciate intiepidire e, in una ciotola, schiacciate le patate e l’ortica con uno schiacciapatate. Aggiungete la farina (semintegrale o bianca) man mano lavorando, fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Tagliate a pezzi grandi come un limone l’impasto e formate dei cilindri lunghi arrotolando con le mani. Tagliate ogni cilindro a pezzi di circa 2 cm. Per fare in modo che gli gnocchi assorbano più sugo, ogni gnocco va passato su una forchetta ben infarinata spingendolo con il pollice, in modo da formare delle righe. Disponete gli gnocchi su un vassoio o sul piano di lavoro, facendo attenzione che non si attacchino tra loro, lasciando lo spazio necessario e cospargendoli di farina. Preparate il sugo: schiacciate l’aglio con uno spremiaglio o sminuzzatelo con un coltello; versate in una padella con 4 cucchiai di olio, il dado e gli asparagi tagliati a pezzi. Quando l’aglio è appena imbiondito versate i pelati passati al mixer o se preferite la passata di pomodoro. Girare di tanto in tanto con il fuoco a fiamma viva finché il sugo non è ben ristretto. Fate bollire una pentola di acqua salandola leggermente; a bollore aggiungete gli gnocchi un poco per volta. Gli gnocchi sono pronti quando riemergono a galla; scolateli con una schiumarola e disponeteli sul piatto da portata. Condite con il sugo di asparagi e servire  
Leggi la ricetta

Primi

Infarinata di mais e fagioli

Sfogliate il cavolo lavandolo più volte sotto l’acqua corrente,scartate la costola centrale delle foglie e affettatelo finemente. Sbucciate le patate e tagliarle a dadini, mondate il sedano, la carota, l’aglio e la cipolla e tritarli insieme facendoli rosolare in un’ampia pentola con due cucchiai d’olio d’oliva per 5-10 minuti a fuoco basso, aggiungete il cavolo e le patate, salate e lasciate insaporire le verdure per pochi minuti. Unite i fagioli (borlotti già lessati) bagnare con 1litro di acqua calda, portate a ebollizione, versate a pioggia la farina di mais (per polenta) e mescolate continuamente. Cuocete l’infarinata per circa 40 minuti.Aggiustate di sale e portare in tavola la densa minestra accompagnandola con un ottimo olio d’oliva crudo e pepe a piacere. Accompagnato da un’insalata oppure da verdure al vapore è un piatto completo, ideale per la stagione invernale.
Leggi la ricetta

Primi

Farrotto sedano e noci

Sciacquate il farro sotto l’acqua corrente e fatelo lessare in un quantitativo di acqua salata pari al doppio del suo volume. Tagliate le coste di sedano in fettine sottili e schiacciate nel pestello le noci sgusciate. In una padella scaldate dell’olio extra vergine di oliva, aggiungete il sedano con due cucchiai di salsa di soia e coprite con un coperchio mescolando di tanto in tanto. Togliete il coperchio e lasciate asciugare per qualche minuto. Quando il sedano risulterà appena abbrustolito, aggiungete le noci, mescolate, quindi unite il vino e il farro lessato. Saltate il farro fino a quando non avrà assorbito il vino, togliete dal fuoco e unire dell’olio a crudo. Servite con una spolverata di pepe.  
Leggi la ricetta

Primi

Vellutata di zucca

Mondate la zucca, sbucciate le patate e tagliatele in piccoli pezzi. Affettate la cipolla finemente e fatela a soffriggere a fuoco lento fino a quando diventerà trasparente. Aggiungete la zucca e le patate e lasciate insaporire per qualche minuto. Coprite le verdure con il brodo vegetale e fate bollire per circa 30/40 minuti. Con un frullatore ad immersione frullate il composto fino a raggiungere la consistenza di una crema. Aggiungete il latte di soia, o in alternativa se desiderate una crema più saporita, la panna di soia. Fate bollire ancora per circa 10 minuti. Regolate di sale e servite con una spolverata di prezzemolo tritato e di pepe bianco.  
Leggi la ricetta

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta