Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Dolci

Strudel di pere al cioccolato pungente

Sbucciate le pere e tagliatele a pezzetti piccoli o a fettine sottili. In una padella antiaderente versate il burro di soia o la margarina il pangrattato, le pere, la cannella e dopo cinque minuti di cottura a fuoco moderato trasferite il tutto in un recipiente adatto a mescolare, versate le pere e aggiungete le nocciole e il cioccolato ridotto a pezzettini o scagliette.* Dopo aver amalgamato bene, versate il composto in modo da formarne una striscia in verticale sulla pasta sfoglia che avrete steso in una teglia da forno, con la sua carta. Unite i lembi della pasta sfoglia, magari inumidendoli con acqua fredda per saldarli bene, e ricavate la tipica forma a rotolo schiacciato dello strudel. Cuocete in forno a 200° per circa 30 minuti. Lasciate raffreddare e, prima di servire, spolverate con zucchero a velo.   * E’ possibile utilizzare cioccolato fondente normale e aggiungere quindi un pizzico di peperoncino al ripieno. Il grado di piccantezza può variare a seconda della polvere di peperoncino utilizzata.

Dolci

Tiramisù

1. prima di tutto preparare il pan di spagna e cuocere l'impasto in due volte così da evitare casini quando si taglia la torta con il coltello (!) e una volta freddi inzuppateli per un bel po' nel caffè (decaffeinato o di orzo molto forte), devono essere proprio zuppi (i nostri erano un po' asciutti) 2. frullate il tofu (del genere vellutato) con lo zucchero e la curcuma 3. montate la panna (la panna deve essere quindi del tipo da montare) e incorporatela al tofu frullato con una frusta 4. disporre poi uno strato di torta, crema di tofu e panna, cioccolato ridotto in polvere e di nuovo lo stesso procedimento ma con l'aggiunta del cioccolato in scaglie *io ho aggiunto anche due cucchiai di amido di mais quando ho frullato il tofu per paura che risultasse troppo liquido, provate con meno o magari omettetelo proprio perché la crema subito era un po' farinosa  

Dolci

Pagnottella di Natale dell'Argentario

Tagliare a pezzetti i fichi secchi e spezzettare la buccia d’arancia. Stemperare il lievito in acqua tipeida, impastarvi metà della farina formando un panetto e, dopo avergli praticato un taglio a croce, lasciarlo lievitare in un luogo asciutto coprendolo con un panno. Quando la pasta lievitata avrà raggiunto il doppi odel suo volume, metterla in una grossa terrina e lavorarla molto bene, aggiungendo via via tutti gli ingredienti elencati e la rimanenete farina. Una volta data alla pagnotta la forma definitiva, metterla a cuocere nel fono caldo a 180°, considerando che impiega a cuocere lo stesso tempo del pane.  

Dolci

E con questo ho finito! (sorbetto di kiwi)

Sciogliete lo zucchero nell’acqua, aggiungete il succo di limone e fate bollire il composto fino a quando diventa uno sciroppo, poi lasciate raffreddare. Sbucciate i kiwi, frullateli, diluiteli con lo sciroppo e frullate ancora. Trasferite il preparato in un contenitore e mettete in frigorifero. Quando il composto si sarà solidificato, rovesciatelo in una bacinella molto fredda e lavoratelo per ottenere una crema omogenea. Disponetelo in contenitori monoporzione, guarnite con le fettine di kiwi, di limone e/o il ribes e rimettete in freezer; servite ben ghiacciato.

Dolci

Se non li mangio a Natale...quando li mangio? (ciocco alberelli)

Spezzate grossolanamente il cioccolato, mettetelo in un pentolino insieme al latte di soia e scioglietelo a fuoco dolce facendo attenzione che non attacchi sul fondo. Unite il muesli (tipo croccante e vegan) e mescolate fino ad ottenere un composto piuttosto denso; spegnete la fiamma, prelevate con un cucchiaio parte dell’impasto (circa un dodicesimo) e appoggiatelo su una teglia ricoperta con carta da forno. Modellate il composto con le dita per dargli la forma di un alberello appuntito e lasciate raffreddare. Quando gli alberelli sono diventati ben solidi cospargeteli con lo zucchero a velo (aiutatevi con un colino a maglie strette) per farli sembrare abeti innevati.

Dolci

Mai assaggiato un igloo? (zuccotto alla crema di nocciole)

Ponete sul fuoco il latte di soia, l’ agar-agar e il caffè d'orzo (scegliete il tipo solubile). Quando l'alga sarà ben sciolta aggiungete la vaniglia, il sale, la crema di nocciole, il cacao e il malto di grano. Sciogliete la maizena in un pò di acqua fredda e versatela nella crema finchè si rapprende. Imbevete  i biscotti (o fette biscottate) nel caffè di cereali  e rivestite uno stampo a cupolletta o una pirofila. Versate la crema sui biscotti e quando si darà raffreddata mettetela frigo per un paio d’ore. Prima di servire spolverizzate il dolce con il cocco grattugiato, il cacao in polvere o la cannella.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta