Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Dolci

Cestini con melone alla cannella e frutti di bosco

Lavare con cura e asciugare i 2 piccoli meloni, con un coltello seghettato sezionarli a metà con motivi a zig-zag o frastagliati, dividerli in due parti, ripulire l’interno dai semi e dai filamenti e svuotare la polpa interna aiutandosi con un cucchiaio e un piccolo coltello. Tagliare la polpa a cubetti o piccoli pezzi, metterla in una ciotola, condirla con un poco di cannella in polvere e conservarla in frigorifero, capovolgere su un piatto i 4 mezzi meloni, coprirli con un telo e lasciargli perdere il succo che naturalmente rilasciano. Preparare lo zenzero e mescolarlo in una ciotola con lo zucchero e il succo di limone. Pulire con cura i frutti di bosco e condirli con la salsina allo zenzero, mettere sul fondo dei cestini di melone la polpa del frutto alla cannella, disporre sopra i frutti di bosco e decorare a piacere.

Dolci

Tortino di carote con crema di arance

In un contenitore versate lo zucchero e l’olio e, con l’aiuto di uno sbattitore elettrico, lavorate gli ingredienti circa 10 minuti. Poi aggiungete lo yogurt e continuate a sbattere fino a ottenere un composto spumoso. Unite la farina setacciata con il lievito, il bicarbonato e le spezie e mescolate con un cucchiaio di legno. Spazzolate le carote, quindi lavatele sotto l’acqua corrente, asciugatele con un canovaccio, grattugiatele finemente e aggiungetele al composto. Mescolate per amalgamare bene. Foderate una teglia con della carta da forno, posizionatevi sopra 6 cerchi di alluminio del diametro di circa 8 cm e versatevi il composto ottenuto. Cuocete i tortini 40 minuti in forno preriscaldato a 160°C. Lasciateli raffreddare e sistemateli nei singoli piatti.   Grattugiate la scorza delle arance e spremetene il succo. Poi nel bicchiere del frullatore amalgamate il tofu, l’amido e lo zucchero, aggiungete il succo di arancia, la scorza grattugiata e la panna. Frullate fino a ottenere una crema compatta e morbida. Distribuitela sui tortini con l’aiuto di una spatola.     Decorate con un velo di marmellata di arance diluita con del succo di limone e con delle noci spezzettate.   Il Cucchiaio Arcobaleno p.46 Sonda Editore

Dolci

Gâteau aux vitelottes - Dolce di patate viola

Lavate le patate e mettetele in una pentola con abbondante acqua. Lasciatele cuocere circa 20 minuti, poi sbucciatele e schiacciatele con uno schiacciapatate. Aggiungete il latte e un pizzico di sale e tenetele da parte. In un contenitore lavorate 5 minuti il burro con lo zucchero, poi unite la farina di mandorle, il rum e le patate schiacciate. Spruzzate degli stampi monoporzione con l’olio vegetale e sistematevi all’interno il composto di patate. Cuocete 20 minuti in forno preriscaldato a 180°C. Servite il gâteau tiepido o freddo.   Alexandre Dumas, padre e considerava le patate migliori in assoluto. Talmente buone che, in Francia, ci fanno anche questo dolce assolutamente delizioso.   By Yari, Il Cucchiaio Arcobaleno, Sonda ed.,  pag 90

Dolci

Cheesecake al limone con caramellata di frutta secca

Per la base: Sciogliere a fiamma bassissima il malto nel latte vegetale. Mescolare gli ingredienti secchi e versarvi via via quelli liquidi.    Trasferire in una tortiera unta di diametro 26 cm, meglio se ad anello così da completarvi l'intero dolce. Infornare a 160° per 10', poi alzare a 170° per altri 10'. Sfornare quando la superficie inizia a rassodare e colorire. Deve cuocere più di quanto farebbe un Pan di Spagna, in quanto deve costituire una pasta biscotto.    Per il ripieno: Mescolare lo yogurt con il sesamo e la scorza e il succo di limone. Portare a bollore il latte vegetale con il malto e il sale, gettarvi l'agar agar. Cuocere 1' e versare nello yogurt, mescolare accuratamente. Trasferire immediatamente sulla base, ormai perfettamente fredda e mantenuta nella tortiera ad anello.    Per decorare: Sciogliere a fiamma bassissima il malto, unire gli agrumi e far caramellare molto dolcemente. Scolare le fette di frutta e inserirle nel ripieno formando un motivo esteticamente gradevole.   Per la gelatina: Diluire il malto rimasto con il succo di limone e l'acqua. Portare a bollore, unire la scorza e l'agar agar, spegnere dopo 1' e versare immediatamente sul ripieno, badando di tenere la torta in piano. Lasciar raffreddare perfettamente, quindi porre in frigo per almeno qualche ora.   Per la caramellata, da servire a parte: Diluire il malto con l'acqua su fiamma molto bassa e caramellarvi la frutta secca tritata.        

Dolci

Carpaccio di ananas con arancia e cioccolato

Pulire l’ananas il meglio possibile da ogni traccia di buccia e dalla parte centrale dura, dividerlo a metà per il lungo e tagliarlo in fette il più sottili possibile.  Dividere il tofu in cubetti e metterlo in un bicchiere insieme allo sciroppo di grano, la buccia dell’arancia e il liquore all’arancia, frullare versando il latte di soia sufficiente a ottenere una fluida salsina. Se gradito unire un altro poco di sciroppo in base alla dolcezza naturale dell’ananas.  Ridurre in scaglie il cioccolato fondente e tagliare in fettine la mezza arancia.  Stendere l’ananas nei piatti e ricoprirlo con la salsina all’arancia, disporvi sopra le scaglie di fondente e decorare con le fettine di arancia e alcuni fiori secchi.

Dolci

Latte di mandorla rappreso con fragole e erbe aromatiche

1) Disciogliere la maizena in una piccola bacinella assieme al latte di cocco. Mettere sul fuoco il latte di mandorla, lo zucchero e la scorza di lime. Quando bolle aggiungere la maizena disciolta e girare con una frusta per 1 min. in modo da legare bene  il composto. Eliminare la scorza di lime e trasferirlo in una teglia dai bordi alti. Lasciar raffreddare in frigo per circa 2 ore. 2) Tagliare in 4 spicchi le fragole e bagnarli con il succo lime. 3) Tagliare la crema rappresa in rettangoli regolari e adagiarli sul fondo dei piatti. Finire con  le fragole marinate, le erbe e la scorza di limone tagliata a listarelle.   E' dolce pieno di salute! Le fragole fanno molto bene al nostro rganismo e il latte di mandorla è ricco di minerali preziosi ed è  di facile utilizzo sia per realizzare ricette dolci che salate.        

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta