Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Contorni

Ratatouille in pietra

Mondare le verdure e tagliarle in pezzi regolari non troppo piccoli, tenendole separate. Mettere su fuoco la pentola di pietra, quando calda ungerla con olio e.v.o. e soffriggervi cipolla e peperone, salare leggermente. Quando incominciano ad ammorbidirsi, unirvi la zucchina, salandola leggermente. Quando la zucchina incomincia ad appassire aggiungere la melanzana, salandola. Quando tutte le verdure incominciano a colorare, abbassare il calore della pentola con un mestolo di brodo. Aspettare che sobbolli, e aggiungervi 2 mestoli di salsa di pomodoro. Aiutarsi fin dall'inizio con un cucchiaio di legno, tenendo coperta la pentola il piu' possibile per tenere raccolti i sapori. Lasciare cuocere per 10-15 minuti, fino a che le verdure non assorbono la salsa di pomodoro. Lasciare stiepidare 2 minuti prima di servire, aggiungendovi del pepe nero e del basilico spezzettato  Servire con del riso bianco o con del pane casereccio.

Contorni

Fantasia di carciofi crudi, fave e pistacchi

Le fave fresche sono un legume molto nutriente e poco calorico; ormai dimenticato ma ampiamente diffuso nel passato sono simbolo dell’arrivo della bella stagione. Consumate crude forniscono una buona dose di vitamina C, utile non soltanto nel proteggere l’ organismo dalle malattie, ma anche nel favorire l’ assorbimento del ferro che le fave contengono in buone quantità rappresentano, quindi, un valido aiuto per tutti coloro che soffrono di anemia. Inoltre, essendo molto ricche di fibra alimentare favoriscono il buon funzionamento dell’intestino. Le proprietà benefiche non finiscono qui, infatti sono anche diuretiche e giovano a reni e apparato urinario. Le fave fresche contengono Levodopa, un aminoacido che aiuta a migliorare la concentrazione di dopamina nel cervello.    PREPARAZIONE Una ricetta semplice e velocissima, per un pieno di ferro, fibre e gusto. Scegliere dei carciofi privi di ”barba”, togliere le foglie esterne e tagliare le sommità e il gambo, immergere quindi in acqua acidulata con limone per una decina di minuti. Asciugare e tagliare a lamelle sottili. Sbucciare le fave (eliminando anche la pellicina esterna), unire ai carciofi e condire con olio extra vergine, sale, limone e pepe. Tostare in padella o nel forno i pistacchi al naturale non salati e cospargerli sull’insalata.  Un piatto completo che può essere servito come antipasto, contorno o come base per fresche insalate fredde con orzo, farro o cous cous integrale.

Contorni

Taccole al pomodoro

In un tegame, grattugiare finemente la carota, aggiungere, l’aglio e l’olio e soffriggere qualche minuto. Versare i pomodori tagliati a pezzi, il prezzemolo, il sale e cuocere circa 10 minuti. Lavare le taccole e spuntarle alle 2 estremità, cuocerli una decina di minuti in acqua salata e bollente, scolarle e versarle nel tegame con il sugo, coprire e cuocere altri 15 minuti. Possono essere servite con crostino, pane tostato o raffermo.  

Contorni

Taccole con cipolle

Lavare le taccole e spuntarle alle due estremità. Cuocerle per circa 10 minuti in abbondante acqua salata, scolare e tenere da parte. Tritare finemente le carote, le cipolle e il sedano, versarli in una padella con l’olio e far soffriggere per circa 5 minuti, aggiungere le taccole, coprire e cuocere 15 minuti aggiungendo di tanto in tanto qualche cucchiaio dell’acqua di cottura. Decorare con olio a crudo, pepe e prezzemolo fresco.  

Contorni

Perle di patate

Lessate le patate con tutta la buccia e una volta cotte passatele al setaccio. Conditele con il sale. Intanto tagliate a dadini il pomodoro e il peperone, condite con un filo d'olio, il sale e lo zucchero e passate in forno per 40 minuti. Con le patate formate delle palline e passatele nel mix di erbe (io ho usato prezzemolo, erba cipollina e origano essiccati e un cucchiaio di pan grattato. Attenzione che quelli comprati a volte contengono strutto, quindi o fate in casa o guardate bene l'etichetta...). Fatte le vostre perle aromatizzate alle erbe, frullate pomodoro e peperone fino a ottenere una crema liscia. Impiattate le palline di patate sulla salsa rossa.

Contorni

Patate arrosto

E' una ricetta che piace a tutti sia ai grandi che ai piccoli! Il mais dona forza alle patate arrostite e una insolita  croccantezza. Le erbe aromatiche ci consentono, tra l'altro,  di aggiungere meno sale alle nostre preparazioni.     1) Pelare le patate e tagliarle a cubi regolari. Metterli subito in abbondante acqua fredda e lasciarli riposare alcuni min. Sciacquarli e farli scolare bene in un colino di metallo. Trasferirli in una bacinella capiente, condirli con l'olio, il fioretto e il sale.  2) Trasferire le patate su una placca da forno rivestita con la sua carta e aggiungervi sopra l'alloro, la salvia e gli aghi di rosmarino. Cuocere in forno a 185° per circa 40 min., girare a metà cottura con una spatola di metallo. Servire le patate arrosto ben calde.      

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta