Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Alessandra Rotili

Giornalista di professione, ‘chef’ per diletto. Appassionata da sempre di cucina, ha riscoperto il piacere di creare a tavola proprio da quando, nel 2011, è diventata vegan e ha creato un sito-blog (Lacucinadiale) dove fa volare la creatività gastronomica.

Primi

Gnocchetti fave e asparagi

Gnocchi sì, ma cotti direttamente in padella. Vi propongo una ricetta di primavera con degli gnocchetti fatti in casa, solo patate e poca farina e che non ho fatto bollire..

Dolci

Crostata di mandorle

Preparate la frolla setacciando le farine e il lievito: aggiungere due cucchiai di zucchero e lavorate gli ingredienti secchi, unite l'olio, e l’acqua per ottenere un impasto morbido. Lasciatelo riposare in frigo almeno mezzora. Preparate la crema: sciogliete la maizena e la farina in poco latte di mandorla facendo una cremina densa e senza grumi: in una casseruola fate scaldare l'olio con metà del latte, unite lo zucchero e fate andare a fuoco lento. Unite poi il restante latte di mandorla fino a quando non comincia a bollire. Spostate dal fuoco e incorporate la cremina: riportate a bollore sempre mescolando bene. Versate subito in una ciotola di vetro e coprite con la pellicola a contatto. Riprendete la frolla e rivestite uno stampo da crostata precedentemente unto e infarinato e fatto stare dieci minuti in frigo. Bucherellate il fondo con i rebbi della forchetta, adagiate la crema di mandorle e decorate con dei pezzi di pasta con la forma che più vi piace. Potete anche fare i cordoli della crostata classica... io qui ho fatto una rete di stelline!!! Infornate a 180 gradi per 35 minuti. Spolverate con mandorle in scaglie e gocce di cioccolato

Secondi

Perle di quinoa alla curcuma

Cuocete la quinoa in acqua leggermente salata dopo averla sciacquata bene: di solito una parte di quinoa e due di acqua. Lasciate cuocere secondo le indicazioni (10 minuti) e poi coprite e lasciate gonfiare per 8-10 minuti. Nel frattempo cuocete a vapore patate e cavolfiore fino a quando non saranno morbidi. Poi schiacciateli con la forchetta e condite la quinoa con olio, curcuma, aggiungete le verdure e cominciate a formare delle polpettine: passatele nella farine di mais e cuocete in padella con un filo d'olio. Potete servirle con una salsa maionese o tartara.

Primi

Crema di broccoli e per perline di colori

Cuocete a vapore le cime del broccolo e il sedano rapa pulito. fate raffreddare con acqua ghiacciata per fermare il colore. Passate in pentola con un filo d'olio, e aggiungete acqua e aggiustate di sale. Il broccolo e il sedano dovranno disfarsi (potete anche saltare la cottura a vapore e far cuocere tutto in pentola). A parte saltate i ceci già cotti (io non uso quelli in scatola, e quindi vale il procedimento dell'ammollo). fate un coulis di frutti di bosco: metteteli in un pentolino sul fuoco e aggiungete lo zucchero: fate andare fino a quando non si disfano e passate al setaccio. Frullate broccoli e sedano rapa fino a ottenere una crema liscia e lucida: io ho impiattato mettendo la vellutata sul fondo del piatto, ho decorato con le perline di ceci, qualche cimetta di broccolo che avevo messo da parte, qualche goccia di olio al porro (un olio evo con i porri macerati fatto da me) e delle puntine di coulis di frutti di bosco  

Starter

Cannoli di zucca in crema

Mettete a bagno i cannellini e trascorso il tempo necessario (12 ore) cuocete in abbondante acqua meglio se aggiungendo una striscia di alga kombu. Saltateli in padella dove avrete fatto appassire metà del porro con l'olio e poi frullate tutto aggiungendo anche dell'acqua fino ad ottenere una crema liscia. Per le cialde setacciate le farine, aggiungete il sale, unite l'olio e la polpa di zucca che avrete allungato con un po' d'acqua e impastate. Dovrete ottenere un composto un po' appiccicoso: su una teglia coperta di carta forno fate le cialde formando dei dischi con il cucchiaio e infornate a 190 gradi per 12 minuti. A metà cottura, o comunque quando il composto si stacca, avvolgete i dischi intorno a dei tubi (se avete quelli per i cannoli meglio) e fare cuocere ancora qualche altro minuto. Dovranno risultare croccanti. Impiattate farcendo i cannoli con la crema di cannellini: una parte della crema rendetela meno densa e mettetela sul fondo del piatto: adagiateci il cannolo ripieno, decorate con qualche pallina di zucca cotta al vapore e caramellata in aceto e zucchero di canna e dei nastri di porro croccanti  

Secondi

Veggy Burger

Cuocete le lenticchie con l'acqua a filo, con una carota e uno spicchio d'aglio. Quando saranno morbide e avranno assorbito quasi tutta l'acqua scolatele e poi frullatele grossolanamente. Riducete quasi in farina i fiocchi d'avena nel mixer e uniteli alle lenticchie, tritate le noci e amalgamate il tutto, unendo le spezie (a piacimento potete usare cumino, curry, paprica, prezzemolo) e il concentrato di pomodoro. Se l'impasto è troppo morbido aggiungere del pangrattato. Formare i burger volendo anche con l'aiuto di un coppapasta e lasciateli in frigo qualche ora. Spennellateli con dell'olio e passateli in forno o in padella fino a quando si dorano in superficie. Li potete accompagnare con una mousse di broccoli e dei nidi di patate croccanti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta