Veg a casa. Una ricetta tira l'altra

Dott. Michela Kuan

Biologa e nutrizionista, è responsabile del Settore Vivisezione della LAV. Non trascura tuttavia il suo interesse per l'alimentazione veg e per tutte le sue implicazioni. Comprese utilissime ricette per una sana vita. www.michelakuan.it

Secondi

Il pieno di energia con polenta e lenticchie

La polenta taragna, fatta col grano saraceno, è un’ottima base per piatti completi e ricchi di sostanze nutritive fondamentali. Infatti la farina, derivata non da un cereale ma da una pianta erbacea quindi adatta anche ai celiaci, ha un buon contenuto proteico (in particolare lisina, treonina e triptofano), è facilmente digeribile e contiene sali minerali (come ferro, fosforo, rame, zinco, selenio e potassio), vitamine (soprattutto del gruppo B) e antiossidanti tra cui la rutina utile nel rafforzamento della parete dei capillari. Quindi il grano saraceno è remineralizzante ed energizzante, diventando un alleato nei casi di affaticamento e deperimento. Può essere consumato come polenta o come pasta (i famosi pizzoccheri), io lo consiglio affiancato a lenticchie in modo da aumentare l’apporto proteico del pasto e avere un equilibrio tra gli alimenti senza incorrere in pericolosi picchi insulinici.   POLENTA TARAGNA CON FUNGHI E LENTICCHIE   Cuocere 150g di lenticchie (precedentemente messe in acqua per almeno un paio d’ore). Intanto rosolare 2 spicchi d’aglio con un filo d’olio extravergine di oliva, aggiungere funghi freschi e porcini reidratati, 2 foglie di alloro, sale e qualche pomodorino; inserire anche le lenticchie portate a cottura e amalgamare per alcuni minuti. Portare a ebollizione circa 1lt. di acqua fredda salata, versare 250-300g di farina di grano saraceno a pioggia e cuocere lentamente mescolando per un’ora circa. Mettere la polenta appena fatta su un tagliere di legno e inserire al centro il sugo a base di lenticchie e funghi.

Primi

Zuppa di bietola e orzo: detox e gustosa

Ecco i miei consigli per riprendere la forma fisica e la salute, dopo le feste in cui magari si è esagerato.   -Scegli prodotti biologici e ricchi di fibre che aiutano ad eliminare le tossine -Aumenta il consumo di legumi e loro derivati, come tofu e seitan -Consuma frutta e verdura, meglio se di stagione, per fare il pieno di sostanze antiossidanti tanto importanti per il nostro benessere  -Evita cibi e bevande ricche di zuccheri, alimenti grassi e quelli ricchi di additivi e coloranti artificiali -Limita il consumo di caffeina e alcol -Fai lunghe passeggiate all’aria aperta.     In una padella fate rosolare la cipolla e l’aglio con un cucchiaio di olio d’oliva extravergine; aggiungete il peperoncino, la bietola tagliata a listarelle e l’orzo. Fate saltare per alcuni minuti tutti gli ingredienti insieme e versateci il brodo. Chiudete la pentola con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma media per circa 10 minuti mescolando di tanto in tanto. Unite quindi il succo dei limoni e proseguite la cottura fino a quando l’orzo non sarà pronto. Servite la zuppa accompagnandola con la scorza dei limoni e mandorle tostate.

Snack

Golose dolcezze colorate

E’ iniziato l’avvento: il periodo più dolce dell’anno in tutti i sensi! A casa arrivano leccornie di tutti i tipi, ma spesso sono di origine industriale cariche di farine raffinate e zucchero bianco come nel caso delle caramelle. Le gommose, coloratissime e irresistibili, tentano grandi e bambini per una piccola pausa o uno snack al cinema, ma in pochi sanno quali pessimi ingredienti contengano, infatti sono presenti scarti di macellazione per creare la gelatina (come pelle e ossa di mucche o maiali), sciroppo di mais ad alto indice glicemico, coloranti realizzati con catrame di carbone e cera d’api carica di pesticidi.  Ma le caramelle possono essere prodotte in casa con ingredienti più sani.   Versate il succo di frutta in un pentolino, sciogliete l’agar agar nel succo di frutta quindi ponete il composto a fuoco medio e portate lentamente a ebollizione. Appena bolle, abbassate la fiamma e mescolate continuamente per 5 minuti; versate il composto negli stampi e fate raffreddare per almeno un paio d’ore. Una volta solidificati, togliere dagli stampini ed eventualmente passare nell' amido di mais (maizena) per non farle attaccare. Per Natale si possono realizzare bellissime scatole con caramelle gommose fatte in casa, creando un regalo perfetto per tutte le età!  

Snack

Cioccolata.... per la dieta

Spesso resistere alle tentazioni della gola è difficile e avvilente; pasticcini, torte, pizza e focacce ci chiamano con profumi invitanti e cediamo alle loro lusinghe che si traducono in addomi protuberanti e fianchi appesantiti. Il periodo natalizio è alle porte e le occasioni per trasgredire ai buoni propositi saranno sempre più ricorrenti. La soluzione al problema è molto più semplice di quanto non sembri, imparare a mangiare tanto e in modo sano! Infatti merende e pasti ben bilanciati eviteranno la sensazione di fame non facendo cedere al richiamo di cibi industriali e raffinati che inevitabilmente, ci faranno venire nuovamente fame nell’arco di poche ore innescando un sistema che si auto-alimenta senza fine. Un altro consiglio fondamentale è non dimenticare di muoversi, l’attività fisica (nell’ordine di almeno 30’ al giorno) è il farmaco più potente per la nostra salute. Se proprio avessimo voglia di qualcosa di dolce possiamo scegliere per il cioccolato, basta che sia fondente almeno al 70%. Ottime le combinazioni con le nocciole, pistacchi e noci. Questo incredibile oro nero nasconde moltissime qualità, infatti è ricco di antiossidanti (fondamentali anche per difenderci dagli inquinanti a cui siamo esposti tutti i giorni), di flavonoidi che regolano il tono vascolare utile per la pressione sanguinea, stimola la funzionalità renale ed è ricchissimo di Ferro e di Magnesio, il tutto associato a un forte potere saziante. "…allora perché non fare merenda con una "nutella"? Basta che sia fatta in casa e con ingredienti di buona qualità:   Procedimento: Tritare il cioccolato, unire tutti gli altri ingredienti e mettere sul fuoco a bagnomaria. Cuocere per 5-10 minuti mescolando continuamente finché il cioccolato non è ben sciolto e gli ingredienti perfettamente amalgamati, facendo attenzione a non eccedere con la temperatura, mantenersi a non più di 50°. Trasferire nei vasetti ancora calda.

Contorni

Raffreddore in arrivo? Scegli lo zenzero

Gli usi della pianta di zenzero a scopo terapeutico sono molteplici, infatti negli infusi è in grado di prevenire e curare il raffreddore, oltre a rilasciare un effetto di calore e benessere che scioglie il muco nelle vie respiratorie e libera i reni; inoltre, nel caso di gravidanze, è nota da tempo la capacità di combattere gli stati di nausea e vomito.  In cucina questa radice viene usata non solo per insaporire le pietanze, ma anche per renderle più digeribili dal nostro organismo, molti dei suoi effetti benefici sono attribuibili al gingerolo, un olio essenziale che stimola la sudorazione, contrasta la tosse, facilita l'espulsione di scorie dall'organismo e aiuta a mantenere la temperatura del corpo costante: una moltitudine di proprietà senza effetti avversi, allergie e ben più economiche di qualsiasi farmaco. Lo zenzero può essere conservato per moltissimo tempo e tagliato all’occorrenza; si presta per creare salse, dolci, insaporire secondi e creare fantasiosi contorni.   Verdure Saltate allo Zenzero   Rosolare l’aglio a pezzetti, la cipolla, lo zenzero, aggiungere le verdure tagliate a tocchetti. Cuocere, mescolando spesso, quando sono quasi pronte (devono rimanere sode e croccanti) aggiungere la salsa di soia, sale, olio e pepe. Servire calde con le lamelle di mandorle tostate.  

Primi

Zuppe colorate contro freddo e chili di troppo

Molti problemi legati al peso, alla tonicità dei tessuti, alle intolleranze e all’insorgenza di malattie degenerative sono legati all’eccessivo consumo di carboidrati raffinati. Nell'ultimo secolo l'utilizzo quotidiano di prodotti industriali pieni di zuccheri è andato crescendo e questa tendenza, frutto della smisurata crescita economica ed industriale, ha modificato sostanzialmente gli schemi alimentari della popolazione.  Obesità, cancro, allergie e diabete sono i mali tipici del nostro secolo e stanno contagiando l’umanità come un potentissimo virus, ma le nostre scelte alimentari possono rallentare questo processo o, addirittura, invertirlo, donandoci salute e benessere. La prima cosa da fare è sostituire cibi raffinati come pane, pizza, dolci e pasta con prodotti a base di farine integrali (controllando che lo siano realmente e non siano solo addizionati di crusca), inoltre è importante riscoprire come fonte di carboidrati a lento assorbimento i legumi. Fagioli, ceci, lenticchie, fave, piselli e lupini forniscono energia assorbibile lentamente, sali minerali, vitamine, fibre e una buona percentuale di proteine, evitando dannosi picchi di glicemia e senza innescare meccanismi infiammatori tipici dei cibi raffinati. Sfruttiamo i frutti dell’autunno per un’ottima zuppa!   Preparazione Lessate fagioli e ceci separatamente dopo averli lasciati in ammollo per una notte, quindi frullare i fagioli in modo da ottenere una crema. Tritate l'aglio, la cipolla e fateli rosolare dolcemente in una casseruola con un filo d'olio extravergine di oliva e un rametto di rosmarino. Unite i funghi puliti e tagliati a fettine e i ceci lessati. Aggiungete la purea di fagioli e il brodo caldo, mescolate, salate e pepate. Cuocete per 20’. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta