Il viaggio di andata e ritorno di uno stafilococco

  Uno studio internazionale - a cura del Translational Genomics Research Institute (TGen) e pubblicato pubblicato sulla rivista mBio - evidenzia come il batterio MRSA CC398, molto diffuso tra gli animali d'allevamento e causa di infezione del personale che vi entra in contatto, sia un pericolo per la salute pubblica.   MRSA CC398 resiste infatti a svariati antibiotici e ad oggi è difficile da combattere.  Il ceppo deriva da uno stafilococco passato da umani ad animali. A causa dell'eccessivo uso di antibiotici negli allevamenti intensivi e di pratiche sconsiderate per massimizzare la produzione, lo stafilococco è divenuto resistente a ad antibiotici fondamentali quali tetraciclina e meticillina: è quindi tornato all'uomo, diventando più aggressivo e pericoloso di prima.  

Paura di diventare veg?

  Ecco un’analisi delle paure principali che attanagliano le persone onnivore – sensibili ai nostri argomenti - quando pensano ad un pasto totalmente vegetale.  La prima in assoluto è la fifa di non saziarsi, di rimanere affamati, perché ‘senza carne non si può’.  Poi c’è il timore delle ‘cose differenti’, in termini di cibo…. ‘meglio mangiare ciò che si conosce’. Che ci è familiare. Un altro aspetto fondamentale è la convinzione che la gastronomia senza ingredienti animali sia noiosa, insapore, priva di attrattive per il palato. Da non dimenticare, a livello psicologico ma inconscio, anche la reazione negativa che abbiamo di fronte a qualcuno (in questo caso chi propone un pranzo, o simili, vegan) che sembra stia cercando ‘di cambiarci’. Procedendo in questa scomposizione dei vari perché, troviamo anche, ad un livello più profondo, la preoccupazione che il cibo sia in effetti gustoso, che la carne o gli altri piatti non vegetali non ci facciano sentire la loro mancanza, che poi non sia così difficile cambiare menu. Insomma, che le scuse non tengano troppo a lungo! Infatti non tengono.  E per questo, fortunatamente, il numero di coloro che si avvicinano ad un’alimentazione ‘verde’ è sempre più elevato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta