Frutta e verdura aumentano le speranze di una vita longeva

Il Karolinska Institute di Stoccolma conferma l'importanza dei vegetali nell'alimentazione preventiva. Cinque porzioni al giorno di frutta e verdura possono, in base alla ricerca effettuata dal prestigioso ente svederse,  allungare la vita di tre anni. Lo studio, pubblicato sull' American Journal of Clinical Nutrition, ha monitorato la salute e la nutrizione di 71mila uomini e donne tra 45 e 83 anni per un periodo di 13 anni, durante il quale sono morte 11500 persone. Confrontando gli anni vissuti e l'alimentazione è emerso che cinque porzioni al giorno di frutta e verdura, come quelle raccomandate dalle linee guida internazionali, allungano la vita in media di 37 mesi. Una porzione al giorno di frutta ad esempio aumenta la speranza di vita di 19 mesi, mentre tre porzioni di verdura di 32. E' sempre più evidente la salubrità dell'alimentazione ricca di vegetali e, perché no, di una dieta veg equilibrata e varia?

Cucina all'aria aperta con Grigliate Vegan Style

Stanchi dei 4 o 5 tipi di verdure che pensate siano adatti alla griglia? Frustrati dall’incapacità di utilizzare del grill per piatti vegan a prova di buongustai e diffidenti? Il temine ‘grigliata’ vi evoca solo pezzi di animali messi a cucinare? Ecco la svolta! Il modo per organizzarvi al meglio un barbecue cruelty-free  e sfruttare con gioia le opportunità di cucinare all’aperto che la buona stagione vi offre. Per i tipi di Sonda è uscito, novita dell’estate 2013, Grigliate Vegan Style, un manuale ricco di fotografie chiare e attraenti, e di consigli perfino per i cocktail con cui accompagnare i vostri splendidi eventi conviviali.  Con il volume di John Schlimm, le tecniche, gli ingredienti e le cotture, i trucchi per un successo garantito saranno a vostra disposizione. L’autore, che proviene dagli USA, terra del grill per antonomasia - pensate al Far West  - ha  come curriculum una decina di titoli su alimentazione e stili di vita sostenibile.  Le 125 ricette raccolte dall’editore monferrino spaziano tra tutte le portate, tra tanti  ingredienti vegetali, proteici o meno, e non disdegnano le cucine etniche e le riformulazioni di preparazioni tradizionali. Un libro etico,  molto interessante, che il prestigioso settimanale  VegNews ha inserito tra i 10 libri di cucina veg da avere assolutamente! Per saperne di più, cliccate qui. INDICE 1.       Grigliare sì, ma Vegan: i fondamenti e i ferri del mestiere 2.       Il grill Ecosostenibile: Tofu, Tempeh e Seitan alla fiamma 3.       Bocconcini all'aria aperta 4.       Insalate estive 5.       Contorni fiammeggianti 6.       Sotto con gli antipasti! 7.       Marinate agresti per Tofu, Tempeh e Seitan 8.       Arrivano i Burger! 9.       Classici da Gita 10.     Cenare sotto le stelle  11.     Dessert da Picnic 12.     L'Happy Hour del Barbecue

Un buon inizio è già metà dell'opera

Una buona colazione è l'avvio di una giornata positiva. Il MercoledìVeg è il giorno in cui impariamo come una  colazione senza prodotti animali sia un pasto pieno di bontà e per niente noioso. Ecco alcuni esempi di colazione, ricevuti sulla nostra pagina Facebook., dai nostri amici. Irene Frullato con banana, pesca, latte di soia e semi vari tostati! Elena Yogurt di soya con muesli!! Audrey Ho un caffè macchiato con latte di riso. Una bananona e un te al limone. Vorrei anche un buon cioccolato gianduja vegan! Daniela Latte di soia e muffin vegani fatti da me! Tiziana Yogurt di soya alle ciliegie. Caffè. Biscotti alle 3 farine riso grano integrale e succo di frutta con muesli...xgiornata intensa! Viviana Un buon frullato banana/mela con latte di soia Ambra Latte di soia, caffè e biscotti al farro  Simona Si inizia con la fetta di pane nero fatta in casa con spalmata la crema di anacardi. Si passa alla fetta  di torta casalinga ed al latte di soia con dentro 1 banana a fette e cereali. Laura Gallette con Tahin miele e pistacchi, succo di agrumi, yogurt vegetale con quinoa soffiata..... Whow ! Colazione extra! 20 ml di succo di Goji e sono pronta!

Le tentazioni a cui cedere

Un manuale di vita, un libretto pratico e amichevole, un'iniezione di ottimismo gastronomico, questo è 'Le tentazioni di Eva' (Edizioni Cosmopolis, www. edizionicosmopolis.it). Ricette semplici ma sfiziosoe e intriganti! Aida Vittoria Éltanin (E.V.A.) è l’autrice anche di  “La Dieta di Eva. Come disobbedire in cucina e guadagnarsi il paradiso”. Grande appassionata di animali, frutta, nutrizione e salute, Aida tiene lezioni di cucina vegana e crudista in tutta Italia. È la fondatrice del sito “Ignoranza Bestiale”, per insegnanti e genitori, ed ha conseguito un certificato post-laurea in “Salute delle Donne” presso l’Università di Melbourne (Australia). Attraverso le sue conoscenze, il suo entusiasmo, un approccio pragmatico e un linguaggio semplice, promuove un ritorno alla frugalità in cucina, nel rispetto del nostro corpo e degli animali. Per saperne di più, potete visitare il suo sito www.la-dieta-di-eva.com. Buon appetito!    

I colori vegan del Cucchiaio Arcobaleno

Un libro che conquista. Una raccolta di ricette 'mondiali' suddivise per colori.  Tutte vegan e tutte corredate di splendide foto. Il rosso di un pomodoro, il verde di un avocado, l’arancione di una zucca, il blu di un mirtillo non stuzzicano solo i nostri sensi: hanno un effetto benefico anche sulla nostra salute e i nostri stati d’animo. Spesso non ci facciamo caso, ma il colore gioca un ruolo fondamentale nei cibi e nell’alimentazione. Dall’incontro e la collaborazione tra un esperto in tematiche alimentari e uno chef vegan giramondo, dal loro amore per i cibi buoni e giusti, è nato Il Cucchiaio Arcobaleno, oltre 170 ricette vegan dalle tradizioni gastronomiche di tutto il mondo: dagli antipasti ai dessert, dai pani ai piatti unici, suddivise in base al loro colore dominante. Piatti appetitosi per gli occhi e il palato, per realizzare anche nella nostra cucina golosità «belle, buone e giuste» da ogni angolo del pianeta. Lo trovate qui.

Emissioni di CO2 sempre in crescita: scegliamo di contribuire il meno possibile

L'Earth Systems Research Laboratory delle Hawaii, considerato il punto di riferimento per la misurazione dell'anidride carbonica nell'atmosfera, ha annunciato la concentrazione globale della CO2 entro questo mese supererà la soglia 'psicologica' dei 400 ppm (parti per milione).   Per 800mila anni, spiegano gli autori della preoccupante dichiarazione, la concentrazione non era mai arrivata così in alto, e ancora pochi anni fa, nel 1958, era appena di 316: "Speravo non fosse vero, ma sembra chiaro che entro maggio si supererà la soglia di 400 ppm - spiega Ralph Keeling nel comunicato dello Scripps Institute, l'istituzione Usa che gestisce l'osservatorio hawaiano - questa é una pietra miliare che ci ricorda la necessità di diminuire le emissioni in atmosfera". La crescita che si è avuta nell'ultimo secolo, rivelano i grafici pubblicati dal sito dell'istituto, non ha precedenti nella storia del nostro pianeta, ed è una diretta conseguenza dell'immissione di gas serra nell'atmosfera da parte dell'uomo. Un osservatorio in Alaska ha già misurato per sei volte il mese scorso una concentrazione superiore ai 400 ppm ma le centraline delle Hawaii, a più di 3mila chilometri da fonti inquinanti, sono considerate le più attendibili. L'allevamento intensivo e la conseguente catena di 'produzione' di carne e latte sono tra i principale 'emettitori' di gas serra, come ha spiegato la LAV in questo Rapporto. Diamoci da fare! Le scelte a tavola sono scelte di consapevolezza e responsabiltà. Scegliamo un'alimentazione il più amica possibile del nostro Pianeta, mangiamo vegan!

La leggerezza dei nostri passi

Il 22 aprile è stata l'annuale Giornata della Terra.  E Il nostro MercoledìVeg, figlio della grande campagna Cambiamenu, lanciata dalla LAV nell'autunno 2009, ha come scopo la  maggiore 'leggerezza' possibile del nostro impatto sulla Terra.  E parla a chi ha a cuore il destino del nostro magnifico pianeta, degli animali, e  - last but not least - dei propri figli. Un'alimentazione ed uno stile di vita caratterizzati dalla consapevolezza dell'importanza fondamentale delle scelte individuali sono ciò che di meglio possiamo adottare, per essere certi di condurre con dignità il nostro ruolo di persone responsabili.  In uno stile narrativo coinvolgente, pieno di cuore e di passione per la natura, Paola Maugeri - regina delle giornaliste 'storiche' del rock e donna che ha fatto del suo essere vegan e ambientalista una missione piena di spunti preziosi - racconta del suo tentativo di ridurre il proprio impatto sull’ambiente in un esperimento condotto insieme a suo figlio, a suo padre e alla tata. 'La mia vita a impatto zero' (Mondadori) è un libro da leggere con gioia e curiosità, per imparare tante cose utili a capire le ragioni e i modi della scelta di camminare leggeri e sereni, nel nostro mondo. Buona lettura!

La Kombu, alga preziosa

La Kombu è un alga dal colore marrone scuro dalla forma 'a striscia'.  Molto apprezzata per i suoi minerali, vitamine e oligoelementie' originaria del Giappone e molto comune nell'alimentazione nipponica.   La Kombu ha la proprietà di ammorbidire le fibre di altri cibi ed un pezzettino di alga cotto con fagioli o castagne secche serve a renderli morbidi più in fretta e ad esaltarne il sapore e ad aumentare in generale la digeribilità del piatto. Compratela secca e a strisce. Prima dell’uso lasciatela a bagno in acqua per una decina di minuti. E' fondamentale utilizzarla in striscioline molto piccole. Questa alga è un ingrediente prezioso nel brodo do cottura del Seitan fatto in casa. Ecco qui una ricetta in cui si utilizza la Kombu, le scaloppine di seitan di Vito Grossano, Chef del Margutta Ristorarte.

Ma... il Cremortartaro è tartaro?

Nelle ricette in cui necessita la presenza di un agente lievitante, incrociamo spesso il Cremortartaro. Nonostante il nome ‘avventuroso’, la polverina in questione non è retaggio della popolazione nomade dell’Asia Centrale, ma un nome di fantasia con cui si fa riferimento al bitartrato di potassio, un sale acido, che facilita la lievitazione, in ricette dolci e salate. Può essere utilizzato per chi è intollerante ai lieviti in quanto non è un vero lievito. E’ inodore e insapore, perciò completamente neutro rispetto alle caratteristiche della preparazione in cui si impiega: non ne altera l’aroma. Dolci soffici e gonfi, quindi, e anche in sicurezza rispetto all’E470a, stabilizzante di origine animale che può essere contenuto nei lieviti chimici.

Agar - agar .. un nome misterioso

Derivato da alghe che hanno caratteristiche compositive – amidi e polisaccaridi complessi - che  lo rendono simile alla cellulosa,  l’aga- agar [Kanten in giapponese] è un gelificante e addensante vegetale. Ottimo per legare budini, creme di tipo catalano o bavarese. Reperibile con facilità, in polvere, in fiocchi o in barre,  è di rapida preparazione, si trasforma in gelatina con una breve cottura e richiede circa un’ora per la solidificazione. Si usa sia in preparazioni dolci che salate. Viene assorbito in minima parte dall’organismo, quindi non dà apporto calorico. Due ricette in cui viene utilizzato, una dolce e una salata: clicca qui.  

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta