La gioia di donare: tortine golose e morbide

Si avvicina il Natale e iniziano le folli corse alla ricerca di regali  originali, carini e pure economici… praticamente ci vorrebbe un miracolo! Così, spesso, si finisce nel prendere ceste e confezioni decorate che contengono doni scontati e cibi di bassa qualità: quando un dolce come il panettone che ha una ricetta complessa e lunga lievitazione arriva nei bancali a meno di 2 euro, possiamo essere certi di comprare e mangiare spazzatura! Allora perché non creare noi qualcosa a casa confezionandolo con il proprio gusto e stupendo tutti con un gesto simboleggia amore verso uomini, animali e ambiente. Un’idea simpatica e di grande effetto sono i Cupcake, mini-torte decorate con soggetti natalizi e confezionate in scatoline o bustine che profumano di feste; mettili a tavola su ogni piatto o portali come piccolo omaggio ad amici e parenti, sicuramente ne apprezzeranno la fantasia e soprattutto…il gusto!          Ecco la ricetta! Dott. Michela Kuan                                                                                                                                                                                   

Vincere il senso di fame

Alcuni consigli pratici per vincere il senso di fame compulsiva  ed aiutare a stare in linea senza soffrire. Avere fame è qualcosa che ci rende di cattivo umore e influenza tutta la giornata perché le nostre energie sono concentrate sullo stomaco che brontola e la vetrina del fornaio che non ci da tregua tra pizzette e biscotti. Ecco allora qualche semplicissimo espediente per liberarsene efficacemente, guadagnando vitalità e benessere: 1. Fare una colazione davvero abbondante e saziante che inneschi il messaggio di profonda soddisfazione calorica e nutrizionale e spenga quello dell’accumulo   2. Abbinare carboidrati e proteine ad ogni pasto, compresi gli spuntini; bastano un paio di noci per sentire la differenza   3. Scegliere integrale, infatti la fibra dei cereali integrali, della frutta e della verdura, permette un assorbimento più modulato e una prolungata sensazione di benessere psico-fisico   4. Bere a sufficienza (almeno un litro e mezzo di acqua al giorno); i centri neuronali della fame e della sete sono, infatti, molto vicini tra loro e il segnale di sete è spesso percepito come senso di fame. Dott. Michela Kuan        

Castagne da mangiare senza paura di ingrassare

[Dott. Michela Kuan] Delle castagne si dicono di solito due cose: che ingrassano e che fanno venire l'aria nella pancia. Quest'ultima è, tra le due, sicuramente la più vera. Infatti l'indice glicemico del frutto è di più del 50% più basso di quello della farina classica bianca quindi farà molto meglio, a parità di quantità, mangiare un cestino di caldarroste piuttosto che un pacchetto di grissini, sia in termini di diabete che di ingrassamento e controllo della fame. La castagna infatti, è ricca di fibra (totalmente assente nella farina bianca), di vitamine (tra le quali la C e quelle del gruppo B) e sali minerali (tra cui potassio, magnesio e fosforo).  La farina di castagne, inoltre, è un’ottima base per preparare torte e merende riducendo anche la quota di zucchero normalmente aggiunta.   Clicca qui per la ricetta del Castagnaccio.

16 ottobre: Giornata Mondiale dell'Alimentazione e MercoledìVeg a sorpresa

Da domani sarà più facile invitare a cena (o a pranzo) i tuoi amici scettici. E dare una mano al Pianeta e agli animali. Senza tradire il palato. Con il nostro Kit 'Indovina cosa c'è a cena' e tutte le informazioni radunate sulla nuova pagina nessuno resisterà. Dimostrerai quanto è Buona la cucina vegan. Mandaci le tue foto conviviali a mercolediveg@lav.it, le pubblicheremo sulla nostra pagina Facebook, in un album speciale. Grazie!   

Londra di verdure: un idea speciale!

La versatilità delle verdure: questo il messaggio che la catena di ristoranti Tibits  - diffusa nelle grandi città europee - ha voluto trasmettere nella sua nuova campagna pubblicitaria. E per metterlo in pratica ha ricreato Londra con cavolfiori, carote e zucchine. E non solo la capitale britannica, ma anche Zurigo, Basilea e Berna. Il video che vi allego sotto mostra il team di artisti impegnato nelle creazioni abbia lavorato con tanti mezzi digitali, tanti coltelli e tanti ortaggi e frutti per creare i suoi ‘Orizzonti vegetali illuminati’ " , utilizzando i limoni come batterie elettriche. La catena di ristoranti ha voluto cosi evidenziare il suo impegno e la sua competenza nell’impiego di prodotti freschi, usando 71 diversi elementi tra verdure, frutta, legumi ed erbe. Intrigante il risultato, affascinante il procedimento: qui il video. Paola Segurini

Il Fruit Kabob della pace

Che sarà mai il Fruit Kabob? Semplicemente uno spiedino, ma con quel fascino ambiguo del termine straniero, che ce lo allontana allegramente dall'evocare braci carnivore. Il Kabob di frutta poi! E' una delizia per la vista e per l'anima. Disposto con i colori dell'arcobaleno, ci ricorda la nostra missione di pace. Proviamolo!

Frutta e verdura aumentano le speranze di una vita longeva

Il Karolinska Institute di Stoccolma conferma l'importanza dei vegetali nell'alimentazione preventiva. Cinque porzioni al giorno di frutta e verdura possono, in base alla ricerca effettuata dal prestigioso ente svederse,  allungare la vita di tre anni. Lo studio, pubblicato sull' American Journal of Clinical Nutrition, ha monitorato la salute e la nutrizione di 71mila uomini e donne tra 45 e 83 anni per un periodo di 13 anni, durante il quale sono morte 11500 persone. Confrontando gli anni vissuti e l'alimentazione è emerso che cinque porzioni al giorno di frutta e verdura, come quelle raccomandate dalle linee guida internazionali, allungano la vita in media di 37 mesi. Una porzione al giorno di frutta ad esempio aumenta la speranza di vita di 19 mesi, mentre tre porzioni di verdura di 32. E' sempre più evidente la salubrità dell'alimentazione ricca di vegetali e, perché no, di una dieta veg equilibrata e varia?

Cucina all'aria aperta con Grigliate Vegan Style

Stanchi dei 4 o 5 tipi di verdure che pensate siano adatti alla griglia? Frustrati dall’incapacità di utilizzare del grill per piatti vegan a prova di buongustai e diffidenti? Il temine ‘grigliata’ vi evoca solo pezzi di animali messi a cucinare? Ecco la svolta! Il modo per organizzarvi al meglio un barbecue cruelty-free  e sfruttare con gioia le opportunità di cucinare all’aperto che la buona stagione vi offre. Per i tipi di Sonda è uscito, novita dell’estate 2013, Grigliate Vegan Style, un manuale ricco di fotografie chiare e attraenti, e di consigli perfino per i cocktail con cui accompagnare i vostri splendidi eventi conviviali.  Con il volume di John Schlimm, le tecniche, gli ingredienti e le cotture, i trucchi per un successo garantito saranno a vostra disposizione. L’autore, che proviene dagli USA, terra del grill per antonomasia - pensate al Far West  - ha  come curriculum una decina di titoli su alimentazione e stili di vita sostenibile.  Le 125 ricette raccolte dall’editore monferrino spaziano tra tutte le portate, tra tanti  ingredienti vegetali, proteici o meno, e non disdegnano le cucine etniche e le riformulazioni di preparazioni tradizionali. Un libro etico,  molto interessante, che il prestigioso settimanale  VegNews ha inserito tra i 10 libri di cucina veg da avere assolutamente! Per saperne di più, cliccate qui. INDICE 1.       Grigliare sì, ma Vegan: i fondamenti e i ferri del mestiere 2.       Il grill Ecosostenibile: Tofu, Tempeh e Seitan alla fiamma 3.       Bocconcini all'aria aperta 4.       Insalate estive 5.       Contorni fiammeggianti 6.       Sotto con gli antipasti! 7.       Marinate agresti per Tofu, Tempeh e Seitan 8.       Arrivano i Burger! 9.       Classici da Gita 10.     Cenare sotto le stelle  11.     Dessert da Picnic 12.     L'Happy Hour del Barbecue

Un buon inizio è già metà dell'opera

Una buona colazione è l'avvio di una giornata positiva. Il MercoledìVeg è il giorno in cui impariamo come una  colazione senza prodotti animali sia un pasto pieno di bontà e per niente noioso. Ecco alcuni esempi di colazione, ricevuti sulla nostra pagina Facebook., dai nostri amici. Irene Frullato con banana, pesca, latte di soia e semi vari tostati! Elena Yogurt di soya con muesli!! Audrey Ho un caffè macchiato con latte di riso. Una bananona e un te al limone. Vorrei anche un buon cioccolato gianduja vegan! Daniela Latte di soia e muffin vegani fatti da me! Tiziana Yogurt di soya alle ciliegie. Caffè. Biscotti alle 3 farine riso grano integrale e succo di frutta con muesli...xgiornata intensa! Viviana Un buon frullato banana/mela con latte di soia Ambra Latte di soia, caffè e biscotti al farro  Simona Si inizia con la fetta di pane nero fatta in casa con spalmata la crema di anacardi. Si passa alla fetta  di torta casalinga ed al latte di soia con dentro 1 banana a fette e cereali. Laura Gallette con Tahin miele e pistacchi, succo di agrumi, yogurt vegetale con quinoa soffiata..... Whow ! Colazione extra! 20 ml di succo di Goji e sono pronta!

Le tentazioni a cui cedere

Un manuale di vita, un libretto pratico e amichevole, un'iniezione di ottimismo gastronomico, questo è 'Le tentazioni di Eva' (Edizioni Cosmopolis, www. edizionicosmopolis.it). Ricette semplici ma sfiziosoe e intriganti! Aida Vittoria Éltanin (E.V.A.) è l’autrice anche di  “La Dieta di Eva. Come disobbedire in cucina e guadagnarsi il paradiso”. Grande appassionata di animali, frutta, nutrizione e salute, Aida tiene lezioni di cucina vegana e crudista in tutta Italia. È la fondatrice del sito “Ignoranza Bestiale”, per insegnanti e genitori, ed ha conseguito un certificato post-laurea in “Salute delle Donne” presso l’Università di Melbourne (Australia). Attraverso le sue conoscenze, il suo entusiasmo, un approccio pragmatico e un linguaggio semplice, promuove un ritorno alla frugalità in cucina, nel rispetto del nostro corpo e degli animali. Per saperne di più, potete visitare il suo sito www.la-dieta-di-eva.com. Buon appetito!    

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta