La curcuma questa sconosciuta!

La radice di questa pianta, appartenente alla stessa famiglia dello zenzero e già questo può suggerire un possibile abbinamento aromatico. Si presenta di colore giallo e si trova in commercio prevalentemente in polvere, in quanto risulta difficile da macinare al momento. E’ molto versatile e oltre al grande vantaggio di colorare intensamente di giallo i piatti in cui è utilizzata si abbina con i cereali e il riso in maniera particolare, le verdure, i dolci e molti altri piatti. Il sapore di una buona curcuma e vagamente aspro e amarognolo e tende a diventare meno piacevole solo se la spezia viene conservata male o è troppo vecchia, per questo motivo è fortemente consigliabile acquistare piccole porzioni per volta accertandosi della loro data di arrivo sul mercato. In cucina tende a unirsi meglio con le sostanze grasse che con quelle liquide in generale, elemento da tenere in considerazione nel momento in cui si decide di aggiungerla alle pietanze.                            Chef Giuseppe Capano Per vedere le ricette con la curcuma clicca qui

Zenzero a go go

Il rizoma di zenzero, riprodotto nell'immagine, è l'origine di quell'aroma pungente e piacevole che sta tornando ad arricchire i nostri piatti. Nel medioevo infatti moltissime preparazioni erano insaporite con zenzero e cannella. Oltre al gusto, gradevole e rinfrescante, ci sono le proprietà medicinali, note sia in Oriente che in tutto l'Occidente. Una pianta piena di risorse, che vale la pena conoscere e utilizzare! E' ricca di oli essenziali, mucillagini, resine e altro principi attivi come i gingeroli, dall'azione analgesica, antiossidamte, tonica e battericida. Ricette? Ecco quelle di Cambiamenu con questo splendido ingrediente!    

Stelline per gli ottimisti: arriva un nuovo MercoledìVeg!

Le persone fiduciose e solari per natura tendono a seguire stili di vita più sani, come appunto un'alimentazione 'green'. Sarà vero? Da uno studio condotto su un migliaio di americani, uomini e donne dai 25 ai 74 anni e pubblicato su 'Psychosomatic Medicine’ risulta che mettere in tavola almeno 3 porzioni di vegetali al giorno, rende significativamente più ottimisti. L'anno scorso, un'équipe dell'università inglese di Warwick ha dimostrato inoltre che chi mangia 7 porzioni di frutta e verdura al giorno è più felice. E che chi ne consuma 8 si guadagna in media un punto in più sulla scala del benessere interiore, indipendentemente da altri fattori che possono incidere sul grado di contentezza, come lo stile alimentare generale o l'esercizio fisico. Gli autori hanno osservato che a livelli più alti di carotenoidi nel sangue (condizioni che indicano con consumo maggiore di frutta e verdura) corrisponde una visione nettamente più ottimistica di ciò che la vita può riservare. "E' il primo studio a riportare una relazione tra l'ottimismo e maggiori concentrazioni di carotenoidi", sottolinea Julia Boehm della Harvard School  Public Health, a capo del team. E una possibile teoria chiama in causa l'effetto anti-stress di questi composti antiossidanti. I ricercatori hanno misurato nel sangue delle persone reclutate i livelli di 9 diverse sostanze antiossidanti, compresi carotenoidi come il betacarotene e la vitamina E. Le persone con una visione più rosea del futuro hanno dimostrato livelli ematici di carotenoidi del 13% maggiori, rispetto ai meno ottimisti. E ancora: chi consumava poca frutta e verdura (massimo 2 porzioni al giorno) era significativamente meno ottimista di chi ne mangiava 3 o più porzioni.  Meditiamo! E prepariamo questa ricetta dello Chef Giuseppe Capano, super sfiziosa e bella! E tutta vegetale!!  

Il Seitan nelle parole dello Chef Salvini

Simone ha un suo personalissimo approccio alla cucina: la vive come azione gentile che arricchisce l'anima. E mi descrive le sue sensazioni nella preparazione del Seitan, ingrediente prezioso e  versatile del nostro mangiare consapevole. << La sua preparazione rappresenta un momento carico di emozioni particolari. Per me trasformare la semplice farina di grano in una gustosa ricetta, dall'alto valore nutrizionale, è come compiere un'operazione alchemica. La materia da inerte diviene riconoscibile e utile all'uomo. Il seitan è una conquista  dell'intelligenza umana! >> Il suo nome esotico è quasi un suono di gong e così ce la spiega lo Chef: << L' origine è incerta. Una delle teorie più accreditate vede il seitan realizzato per la prima volta in ambito monastico. Si racconta che siano stati dei monaci buddhisti cinesi ad aver creato quest'alimento che oltre a nutrire  non arrecava danno alle loro anime. L'alimentazione vegetariana era indicata loro e molto spesso raccomandata per motivi etici. Uno dei dogmi ai quali erano soggetti prevedeva il rispetto di ogni forma vivente. Haimsa è il termine sanscrito che letteralmente significa  assenza di violenza. Per gli hindù, buddhisti e jainisti tale principio doveva essere esteso anche alle creature e al creato. >> Per il vostro MercoledìVeg, non dimenticate la bontà di questo glutine di grano, o farro. Mai vi farà pentire di averlo scelto! p.s.  

Cambiamenù a Festambiente: un menu vegan e un corso di cucina!

  Dal 10 al 19 agosto 2012 si terrà - alle porte del Parco regionale della Maremma, l’appuntamento ormai tradizionale di Festambiente. Al Ristorante Vegetariano della festa tutte le sere sarà possibile, grazie alla collaborazione tra la LAV, gli organizzatori del Festival e lo Chef Giuseppe Capano, assaporare un menu senza ingredienti di origine animale, Vegan, contrassegnato dal logo con la forchettina-albero, simbolo della campagna Cambiamenu.  I piatti saranno sempre diversi, tutti sfiziosi ed estivi.  Si andrà dalle Zucchine e ceci al dragoncello, al Gazpacho mediterraneo, al Cous-cous al profumo d’oriente ai Bocconcini vegetali alla pizzaiola con zucchine aromatiche.  Ospite fissa: una splendida Torta vegan al cioccolato, cocco e caffè! Il 18 agosto, alle ore 18.00 alla Sala Maremma (1° piano) lo Chef Capano guiderà  inoltre un Corso di cucina veg. Saranno presenti Paola Segurini, Responsabile Nazionale Lav Settore Veg e  Giacomo Bottinelli Responsabile Lav Grosseto. La partecipazione al corso è a numero chiuso su iscrizione alla  segreteria di Festambiente.

Una vacanza da leccarsi i baffi!!

  LAVacanza è una vacanza speciale. Dove?  In un luogo incantevole come il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Cosa? Una settimana di relax in montagna all'insegna della varietà. Come? Escursioni, gite e visite guidate, corsi di cucina, relax e attività ludiche faranno di questa vacanza un'esperienza unica. Il tutto completato da una gustosa cucina vegan basata su prodotti di stagione ed equilibrata per il nostro benessere e quello dell'ambiente. Quando?   LAVacanza a prova di Fido 2012 23- 30 Giugno e 25 Agosto-1 Settembre   Guarda il depliant illustrativo Per saperne di più: scrivi a lavacanza@lav.it o telefona a 348.0407565, 320.4077439 Ci trovi anche su Facebook! Per iscriverti compila il modulo. Nota bene: a seguito della registrazione di alcuni casi di rabbia silvestre la Regione Veneto ha disposto l’obbligatorietà della vaccinazione antirabbica per i cani che deve essere eseguita almeno 21 giorni prima del soggiorno. Leggi questo opuscolo per saperne di più.  

Primavera veg: 2 ricette golose!

  Lo chef Giuseppe Capano ci propone due ricette molto gustose e attraenti, altro che monotonia sulla tavola senza ingredienti animali. Gli Gnocchetti di grano duro bicolori con olio all'aglio e papavero sono una preparazione di grande originalità, in cui gli spinaci freschi si incontrano con il pomodoro secco e si sposano sulla scia mediterranea di un ingrediente dalle mille risorse, come l'aglio. Il tofu si agghinda invece alla grande nella sua panatura di sesamo croccante, in un piatto adattissimo ai piccoli commensali - che mangiano prima con gli occhi - ma non per questo meno intrigante per i gourmand. Realizzabile, a seconda della stagione o dei gusti, con le carote o con la zucca, la ricetta ha tutti i numeri per diventare una delle pietanze proteiche vegetali più amate. Clicca qui e Buon appetito!

Cambiamenu: 2 appuntamenti a Padova

  Il consumo di carne ci sta consumando.  Consuma le nostre risorse e consuma la nostra salute.  E’ arrivato il momento di cambiare menu!  Vuoi contribuire attivamente a preservare il pianeta? Comicia dall’alimentazione. Cambiamenu!  LAV Padova organizza due incontri con Stefano Momentè e Paola Segurini (LAV)   Cambiamenu: come e perchè Mercoledì 18 aprile ore 21 Padova – Palazzo Moroni c/o Sala Anziani - Ingresso libero A conclusione buffet con assaggi vegan     Cambiamenu: cuciniamo insieme Venerdì 27 aprile ore 18.00 Rovolon (Pd) – Azienda Agricola La Costigliola Corso di cucina veg (iscrizione obbligatoria) Per info e prenotazioni: LAV Padova  email lav.padova@lav.it cell. 348.0407565/347.8005125

Pasqua: il momento giusto per cambiare menu!

  Centinaia di migliaia gli agnellini e i capretti di pochi giorni ogni anno vengono strappati alle madri, uccisi e portati in tavola per ' celebrare' le festività religiose. Anche quest'anno tanti di loro potranno essere “salvati” da chi sceglierà di cambiare menu e festeggiare la Pasqua con la LAV.  Stando agli ultimi dati forniti da Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) saranno infatti molti quelli che diranno a dire no: il consumo di ovicaprini è in calo (-2%).Continuiamo così! Lo chef Guseppe Capano ha studiato un menu pieno di gusto e delicato allo stesso tempo, anche nel suo impatto con la natura: niente ingredienti di origine animali, per celebrare la vita! Si parte con un’Insalata aperitiva con misticanza, cipolle al forno e salsina all'arancia, uno starter variegato e intrigante, in un’alternanza di sapori decisi e aromi soffici, con una bellissima presentazione a fiore. Con i Ravioli allo zafferano con ripieno e salsa di taccole passiamo a un primo di tutto rispetto, contemporaneo e naturale, sempre all’insegna della bontà e della leggerezza, connubio che ormai è un must delle nostre tavole. L’uovo 'simbolico' non può mancare sul desco pasquale, e Capano ha realizzato le  Uova di tofu con salsa di carote e carciofi. Una sorpresa deliziosa e vegan, che stupirà piacevolmente amici e commensali. Per concludere, una torta importante, un armonico gâteau soffice e appetitoso, il Dolce pasquale dello chef con crema alla vaniglia, che non ha bisogno di presentazioni, basta guardarne l’immagine. Buona festa! Il menu completo di ricette è qui.

Uova di Pasqua in piazza il 17 e 18 e torta al cioccolato per la Festa del papà!

  Domani 17 e domenica 18  marzo (e poi il 24 e 25) la LAV, con i suoi volontari, sarà in tante nostre città per chiedere a Governo e Parlamento, attraverso due distinte raccolte-firme, emendamenti rigorosi al recepimento della Direttiva 2010/63UE sulla vivisezione e lo stop definitivo ai test cosmetici su animali.  Sarà possibile sostenere la campagna portando a casa le uova di Pasqua della LAV.  E trovare ai tavoli anche il pieghevole con il menu vegan creato dallo Chef Giuseppe Capano, che ci ha donato anche una ricetta per celebrare la Festa del Papà (19 marzo) e di tutti i golosi!  Un dolce facile e intrigantissimo, da realizzare in barba a tutti gli ingredienti di origine animale, ecco qui la Torta del papà al cioccolato, cocco e caffè.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetta